Basket NBA: la notte di Allen Iverson, ritirata la maglia dai Sixers VIDEO

I Philadelphia 76ers hanno ritirato la maglia numero 3 di Allen Iverson, in una serata dalle grandissime emozioni. Il video della cerimonia.

[blogo-video provider_video_id=”dX7r_c8hfFU” provider=”youtube” title=”Allen Iverson’s Number is Retired by the Philadelphia 76ers!” thumb=”” url=”http://www.youtube.com/watch?v=dX7r_c8hfFU”]

L’ultimo atto della carriera di uno degli idoli dell’NBA del nuovo millennio: i Philadelphia 76ers hanno ritirato la maglia numero 3 di Allen Iverson. Nessun altro giocatore nella squadra del Mississippi indosserà mai più quel numero, che resterà per sempre di ‘The Answer’, dopo una notte indimenticabile per lui per i suoi tifosi. Oltre 20.000 spettatori hanno affollato il Wells Fargo Center per l’ultima standing ovation al loro ‘figlio prediletto’ e Iverson è salito sul palco a centrocampo: “Vi amo – ha detto, con la voce rotta dall’emozione – Siete i migliori tifosi del mondo”.

Doctor J, Charles Barkley, Moses Malone, Mo Cheeks, Bobby Jones: dite seriamente? – ha proseguito – Il mio nome vicino a quello di questi giocatori… è un sogno che diventa realtà”. Lacrime trattenute a fatica (o forse coperte dagli occhiali), poi il banner con il numero 3 si è issato sul ‘cielo’ del palazzo ed è esploso nuovamente l’entusiasmo di un pubblico che l’ha sempre venerato. Il suo annuncio del ritiro è di qualche mese fa, anche se in realtà non calca più un parquet dal 2011, quando terminò la sua avventura al Besiktas in Turchia.

Il suo crossover e l’eccellente tiro in sospensione l’hanno reso uno dei giocatori più immarcabili di sempre e le cifre non mentono: 26.7 punti e 6.2 assist di media nei 13 anni di carriera, numeri anche più alti nelle 71 partite di playoff disputati (29.7 punti e 6 assist). La sua stagione indimenticabile è quella del 2001, quando trascinò, quasi da solo, i suoi Philadelphia 76ers alla finale NBA, poi persa contro i Los Angeles Lakers, e conquistò il titolo di MVP. Undici volte All Star, quattro volte miglior realizzatore, dal 2015 potrà entrare nella Hall of Fame. Per sempre tra gli immortali.

Ultime notizie su NBA - Basket

Tutto su NBA - Basket →