Il video della polizia albanese che distrugge migliaia di piante di marijuana

Nel 2015 la polizia albanese ha distrutto più di 650mila piante di cannabis per un valore stimato di oltre sette miliardi di euro. Arrestate 279 persone, ricercate altre 90.

650mila piante di marijuana distrutte da gennaio 2015 a oggi, 279 criminali arrestati, altri 90 sospettati ricercati: la polizia albanese continua la sua lotta alla droga dopo che nel giugno del 2014 ha portato a termine una gigantessa operazione a Lazarat, un villaggio che si trova a sud dell’Albania e che è anche noto per essere la capitale della marijuana, visto che lì veniva prodotta in quantità industriale.

Secondo un rapporto della polizia italiana che collabora con quella albanese fornendo elicotteri e informazioni utili alle indagini, prima della mega operazione a Lazarat quel villaggio produceva una quantità di circa 900 tonnellate all’anno per valore stimato di 4,5 miliardi di euro, ossia quasi un terzo del prodotto interno lordo di tutto il Paese. Le 650mila piante distrutte quest’anno hanno un valore stimato di più di sette miliardi di euro che ora, ovviamente, sono letteralmente andati in fumo.

Le piantagioni di marijuana in Albania si estendono per ettari, ma sono nascoste nelle zone più isolate, difficili da raggiungere, soprattutto in montagna dove l’accesso è molto difficoltoso.