Funerali Mandela: il Sudafrica dice addio a Madiba. Le foto

Circa 4500 persone erano presenti alla cerimonia funebre. Contestato il presidente sudafricano Jacob Zuma

Il feretro di Nelson Mandela è stato condotto nella maxi tensostruttura allestita nei pressi di Qunu, il villaggio natale del padre della lotta all’apartheid per la cerimonia funebre alla quale hanno partecipato circa 4500 persone. La bara, avvolta nella bandiera sudafricana, è stata accolta da un coro accompagnato da un’orchestra. L’inno religioso è stato cantato in lingua xhosa, l’etnia a cui Mandela apparteneva.

Funerali Nelson Mandela

In prima fila la vedova Graça Marcel, vestita di nero con il tradizionale turbante, l’attuale presidente sudafricano Jacob Zuma, dignitari sudafricani e stranieri. Presente anche Winnie Mandela, la prima moglie che con lui condivise le principali battaglie contro l’apartheid e i lunghi anni della prigionia.

Fra gli invitati anche la presentatrice Oprah Winfrey e il magnate Richard Branson, i principi Carlo d’Inghilterra e Alberto di Monaco, l’ex vescovo Desmond Tutu.

Oltre all’inno religioso è stato intonato anche quello sudafricano. Un enorme ritratto di Mandela è stato collocato sullo sfondo della tensostruttura, davanti 95 candele, una per ogni anno di vita.
Com’era già accaduto nella commemorazione di questa settimana al Soccer City Stadium di Johannesburg, Jacob Zuma è stato fischiato mentre raggiungeva il leggio per il suo intervento. Le contestazioni sono continuate anche quando ha iniziato a parlare, ma si sono mescolate agli applausi:

Il tuo lungo cammino verso la libertà si è concluso, ma il viaggio continua. Noi dobbiamo far vivere la tua eredità. Il Sudafrica continuerà a crescere, non ti possiamo deludere,

ha detto l’attuale presidente sudafricano.

Dopo la cerimonia funebre pubblica, la sepoltura è stata riservata a 450 persone. Si sono così conclusi così i 10 giorni di lutto nazionale. Tutto il Paese – come mostrano le immagini della nostra gallery – si è stretto intorno al suo eroe, l’uomo che con le sue lotte e il suo esempio ha cambiato per sempre la storia del Sudafrica e del mondo intero.

Foto © Getty Images

I Video di Blogo