Maratona del centenario di Dorando Pietri.

“Io non sono il vincitore della maratona. Invece, come dicono gli inglesi, io sono colui che ha vinto ed ha perso la vittoria”Queste parole Dorando Pietri scrisse sul Corriere della Sera pochi giorni dopo essere stato squalificato dalla Maratona delle Olimpiadi di Londra, di cui il 24 luglio scorso è stato il centenario. Se volete

“Io non sono il vincitore della maratona. Invece, come dicono gli inglesi, io sono colui che ha vinto ed ha perso la vittoria”

Queste parole Dorando Pietri scrisse sul Corriere della Sera pochi giorni dopo essere stato squalificato dalla Maratona delle Olimpiadi di Londra, di cui il 24 luglio scorso è stato il centenario.
Se volete fare un fare un tuffo nel passato guardatevi questo video storico dedicato a Dorando Pietri su youtube.

In realtà tutto il 2008 è destinato alla sua celebrazione, pertanto nello scorso week-end, l’11 e il 12 ottobre, a Carpi, città dove visse il celebre podista pasticcere, si sono tenute diverse manifestazioni agonistiche che grazie all’effetto “Dorando” hanno avuto un’affluenza maggiore del solito.

L’11 ottobre è stato il giorno della Granfondo da 142,5 km, la tradizionale gara ciclistica che precede di un giorno la Maratona del Centenario.

Il 12 ottobre infatti è stata la volta della Maratona di Carpi, che quest’anno è stata particolarmente significativa sia perché ricorrono i cento anni della Maratona olimpica ma anche perché si è trattato di un’edizione valida come Campionato Mondiale Militare di Maratona (maschile e femminile, individuale e a squadre) e come campionato italiano della Federazione Italiana di Atletica Leggera.

Per gli uomini si è imposto il keniano Ben Kipruno Chebet, con un tempo di 2h 10′ 50”, mentre per le donne ha vinto la ventinovenne Rosaria Console (in foto), atleta delle Fiamme Gialle, vincendo così anche il titolo mondiale militare e il titolo italiano, con un tempo finale di 2h 30′ 44”.