Riccione, 3 adolescenti aggrediti a coltellate in spiaggia: 7 arresti

Gli aggressori sono riusciti a fuggire subito dopo l’aggressione. Dei tre ragazzi aggrediti a coltellate, uno è stato ricoverato in codice rosso in ospedale.

10.00 – Sette persone sono state arrestate in queste ore in seguito alla rissa che la notte scorsa ha portato al ferimento di tre adolescenti. Si tratta di sette giovani di età compresa tra i 18 e i 20 anni, passati alle mani secondo gli inquirenti per il controllo dello spaccio di droga in viale Ceccarini.

Le manette sono scattate per due giovani italiani e un cittadino albanese residenti a Como, tre marocchini e un egiziano a Riccione senza fissa dimora. Le accuse contestate a vario titolo sono di rissa aggravata, lesioni gravissime e tentato omicidio.

9.40 – Tre ragazzi sono stati feriti a coltellate ieri sera sulla spiaggia libera di Riccione davanti a piazzale Roma, mentre stavano assistendo al concerto organizzato da Radio Deejay a cui hanno preso parte Emis Killa, Guè Pequeno, Maracas e Clementino.

L’esatta dinamica è ancora al vaglio degli inquirenti, ma stando a una prima ricostruzione sembra che i tre adolescenti, tre diciottenni residenti nella provincia di Como, siano stati aggrediti senza un motivo apparente da un gruppetto di ragazzi, stranieri secondo i testimoni oculari, riusciti poi a darsi alla fuga subito dopo.

E’ accaduto alle spalle del palco, durante le battute finali del concerto intorno poco dopo la mezzanotte. Uno dei giovanissimi ha riportato profonde ferite all’addome ed è stato trasportato in codice rosso all’ospedale di Riccione, mentre i due amici sono stati feriti in modo non grave e sono stati medicati all’Infermi di Rimini.

I militari sono ancora sul posto per raccogliere le testimonianze dei presenti, per tutti i rilievi del caso e per rintracciare i responsabili.

(in aggiornamento)