Silvio Berlusconi: “Se mi arrestano scatta la rivoluzione”

Il leader di Forza Italia ha parlato alla radio francese Europe 1.

Silvio Berlusconi oggi ha rilasciato un’interviste alla radio francese Europe 1 e ne ha approfittato per mandare dei messaggi anche in Italia, Paese che ha promesso di non lasciare perché non può “terminare” la sua “avventura umana e di patriota scappando dall’Italia”.

Sulla possibilità di essere arrestato il leader di Forza Italia ha detto:

“Possono controllarmi il telefono, mi hanno tolto il passaporto e possono arrestarmi quando vogliono. Ma non ho paura, se lo fanno ci sarà una rivoluzione in Italia”

e ha aggiunto:

“Non si può mettere in galera qualcuno che sta facendo campagna elettorale contro chi ha utilizzato il suo braccio giudiziario per impedirgli di fare politica. Non ho paura che mi mandino in prigione. Ma sarà difficile che lo facciano, poiché avrei immediatamente con me la grande maggioranza del paese alle prossime elezioni”

Berlusconi ha detto che in Italia non c’è stato un solo colpo di Stato, ma addirittura quattro, perché il colpo di Stato c’è ogni volta che un Paese non può essere governato da chi è stato eletto dal popolo e lui è convinto che il popolo lo voglia mentre l’attuale governo non è stato scelto dai cittadini. Il Cavaliere ha anche detto che visto che il 24 maggio si voterà per l’Europa chiederà che lo stesso giorno ci siano anche le elezioni per l’Italia.

Su Angela Merkel Berlusconi ha detto che il cancelliere fa i suoi interessi e che l’Europa ha voluto una politica che crea depressione e non sviluppo.
Per quanto riguarda l’ex Presidente francese Nicolas Sarkozy che, lo ricordiamo, fu protagonista proprio con la Mekel di una ironica risata sul Cavaliere, il commento è stato solo “qual è la prossima domanda”.

Sul presidente russo Vladimir Putin ha ammesso che è stato a cena da lui due giorni prima della decadenza da senatore e ha detto che lo conosce dal 2001 ed è per lui un ottimo amico.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →