Roberto Maroni: un referendum per abolire l’Euro

Il leader della Lega Nord all’attacco sulle posizioni più populiste ed antieuropeiste. La proposta per accorparlo alle politiche del 2013. Alla caccia di un milione di firme.

di

Roberto Maroni vuole un referendum contro l’Euro. Lo ha dichiarato lo stesso segretario della Lega Nord, in un’intervista a Repubblica

«A fine agosto presenteremo in Cassazione una proposta di legge di iniziativa popolare per abbinare alle politiche del 2013 un referendum consultivo nel quale i cittadini italiani possano esprimersi sull’euro».

L’obiettivo? Il solito, bonaventuresco 1 milione di firme.

E non solo.

Maroni vorrebbe che in tutti i Paesi dell’Eurozona si tenesse una consultazione simile entro le elezioni europee del 2014. Insomma, come se la Lega volesse fare una sorta di coordinamento europeista dei movimenti antieuropeisti (bella contraddizione in termini).

E infatti, Maroni mica vuole che si esca dall’Eurozona. No, vuole una

«nuova Eurozona con il Nord dell’Italia nell’euro».

Insomma, poche idee ma confuse. Quel che dispiace è che le istanze “contro” l’euro siano affidate, in tutta Europa (almeno, fra chi ha più visibilità) alle forze più populiste e non siano, invece, oggetto di una sana analisi politica ed economica per capire se si siano commessi degli errori (probabilissimo), quali siano (per esempio, l’aver creato una moneta senza nazione?) e come risolverli.

Foto | TM News