Reggio Calabria: uccide il cognato, 32enne in manette

Arrestato Giuseppe Alampi per l’omicidio del cognato Antonino Salvatore a Montebello Ionico.

Omicidio a Montebello Jonico, in provincia di Reggio Calabria, dove un uomo è finito in manette con l’accusa di aver ucciso il cognato al culmine di una lite. L’episodio è accaduto domenica sera. Secondo quanto ricostruito fin qui dai carabinieri, Giuseppe Alampi, di 32 anni, ha freddato a colpi di pistola il 42enne Antonino Salvatore.

Dietro l’ennesimo litigio tra i due, sfociato questa volta in omicidio, ci sarebbero antichi rancori per questioni familiari. I militari dell’Arma di Melito Porto Salvo hanno arrestato il presunto assassino a casa dei genitori. L’uomo dopo aver sparato era fuggito facendo perdere le sue tracce per un po’ di tempo.

Il delitto è avvenuto nella frazione Serro di Fossato. Salvatore con la famiglia abitava a Reggio Calabria: era tornato nel weekend a Montebello Jonico, suo paese d’origine, per raggiungere la moglie che assisteva alcuni anziani parenti.

Proprio davanti casa di quest’ultimi è scoppiata l’ultimo acceso diverbio tra cognati, conclusosi con la morte di Antonino Salvatore. Vittima e omicida si stavano recando a cenare assieme con le rispettive famiglie dai parenti quando qualcosa ha riacceso i vecchi screzi sfociando nel fatto di sangue.