Trovato cadavere a San Giovanni Valdarno: si indaga per omicidio

La vittima fu trovata in una zona di San Giovanni Valdarno nota per essere frequentata da prostitute, vicino alla Badiola.

Potrebbe essere stato ucciso a bastonate l’uomo di 70 anni il cui cadavere è stato rinvenuto il 5 giugno scorso in un parcheggio nei pressi dell’A1 a San Giovanni Valdarno, in provincia di Arezzo.

Dopo un mese di indagini e coi risultati dell’autopsia in mano gli investigatori propendono per la pista della morte violenta: l’uomo sarebbe stato ucciso, ora c’è da chiarire dinamica e movente. Così scrive l’Ansa che cita fonti del team di medicina legale di Siena precisando che al momento non ci sono conferme da parte di chi indaga.

La vittima fu trovata morta pochi giorni dopo la sua scomparsa, denunciata dalla famiglia, in una zona periferica di San Giovanni Valdarno, nota per essere frequentata da prostitute, vicino alla Badiola.

Il cadavere appartiene a un uomo residente a Bucine, sempre nell’aretino. L’ipotesi iniziale di un decesso per cause naturali sarebbe stata quindi definitivamente archiviata dopo gli esami autoptici che hanno evidenziato anche delle lesioni al collo.

L’uomo sarebbe morto durante un’aggressione o una colluttazione, non è ancora chiaro se il luogo dell’omicidio sia quello del ritrovamento del cadavere o meno. I carabinieri allo stato non escludono alcuna pista in merito al movente del delitto.