Omicidio-suicidio a Savio di Cervia

Tragedia a Ravenna. Dalle prime informazioni si tratterebbe di omicidio-suicidio. Lei era parrucchiera in città, lui una ex guardia giurata.

di remar

Aggiornamento ore 19:00. Gli investigatori hanno confermato l’ipotesi dell’omicidio-suicidio. I cadaveri appartengono a Paola Fabbri, parrucchiera di 56 anni, e al suo compagno Marco Rossi, di 57, ex guardia giurata. Secondo quanto ricostruito fin qui Rossi avrebbe prima ucciso la donna con un colpo di pistola per poi togliersi la vita con la stessa arma, detenuta regolarmente.

Ravenna: probabile omicidio-suicidio

Probabile omicidio-suicidio a Savio di Cervia, nel Ravennate, dove oggi i corpi senza vita di due persone, una donna di 56 anni e un uomo di 57, marito e moglie secondo le prime informazioni, sono stati trovati in un appartamento non molto distanti l’uno dall’altro.

Sul corpo della donna, di professione parrucchiera, erano visibili ferite di arma da fuoco come sul cadavere dell’uomo, una ex guardia giurata, che si sarebbe suicidato con un colpo di pistola alla testa.

Sul luogo della tragedia, che si è consumata in un appartamento di via Romea nord 254 di Savio di Cervia, sono giunti i carabinieri di Cervia-Milano Marittima che hanno avviato le indagini.

Secondo Il Resto del Carlino, a scoprire i cadaveri della coppia intorno alle 13 di oggi sarebbe stata la madre della donna che ha poi dato l’allarme. Vicino ai corpi è stata rinvenuta una pistola a tamburo che l’uomo deteneva regolarmente.

Sul posto anche il procuratore capo Alessandro Mancini e il pubblico ministero di turno Monica Gargiulo. Ravenna24ore.it scrive che prima di uccidere la convivente e togliersi la vita l’uomo avrebbe sparato anche al loro cane, riducendolo in gravissime condizioni.

(in aggiornamento)

I Video di Blogo