Siria, l’Onu accusa: “Assad autorizzò crimini di guerra”

E’ la prima volta che le Nazioni Unite parlano di crimini autorizzati ad un “livello più alto”

Secondo quanto riporta la BBC l’Alto commissario Onu per i diritti umani Navanethem Navi Pillay ha collegato, per la prima volta dall’inizio della guerra civile, i crimini di guerra e le violazioni dei diritti umani in Siria alla figura del Presidente Bashar al-Assad.

Le prove prodotte dal team di esperti delle Nazioni Unite dimostrerebbero non solo il coinvolgimento del presidente Assad, ma i pieni poteri con i quali egli stesso ha autorizzato e promosso gravi violazioni dei diritti umani: Polisblog, qualche settimana fa, aveva posto in essere proprio questo aspetto, irrisolto nonostante gli accordi internazionali per lo smantellamento dell’armamentario chimico in mano a Damasco.

La recente operazione “Fame fino alla sottomissione” e le armi incendiarie utilizzate dall’esercito lealista sui civili (al posto delle armi chimiche) sono solo due aspetti della follia sanguinaria del regime baathista alawita di Assad, che nonostante gli accordi per lo smantellamento, le innumerevoli interviste rilasciate ai più importanti mass media del mondo e le elastiche aperture nei confronti delle richieste della comunità internazionale, continua a perpetrare una logica di guerra criminale.

Secondo quanto comunicato quest’oggi dall’Osservatorio siriano per i diritti umani il bilancio delle vittime della guerra civile ha raggiunto almeno 125.835 morti, oltre un terzo dei quali civili, “anche se il dato reale è presumibilmente è molto più elevato” scrive la Reuters.

La Commissione d’inchiesta dell’Onu che deve indagare sui crimini di guerra commessi in terra siriana ha comunicato di aver prodotto una corposa documentazione, attestante non solo la violazione degli stessi crimini ma anche la mente che c’è stata dietro di questi:

“[…] la violazione di crimini molto gravi, crimini di guerra e crimini contor l’umanità […] con responsabilità ai più alti livelli del governo, tra cui anche il capo dello Stato.”

ha detto Pillay, che ha anche confermato come tali crimini siano stati commessi da una e dall’altra parte in conflitto.

I Video di Blogo

Gli ultimi minuti di vita di George Floyd