Oscurati quattro blog filo-islamici: sette denunce

Abbiamo parlato di censura su Internet nel caso di Wikileaks, sottolineandone l’assurdità. Ma a volte bloccare dei siti web è assolutamente necessario, come nel caso dei quattro blog filo-islamici oscurati oggi dalla Digos di Verona che esaltavano la violenza come strumento di affermazione dell’Islam. Sette incensurati di nazionalità italiana sono stati adesso denunciati, con l’accusa

Abbiamo parlato di censura su Internet nel caso di Wikileaks, sottolineandone l’assurdità. Ma a volte bloccare dei siti web è assolutamente necessario, come nel caso dei quattro blog filo-islamici oscurati oggi dalla Digos di Verona che esaltavano la violenza come strumento di affermazione dell’Islam. Sette incensurati di nazionalità italiana sono stati adesso denunciati, con l’accusa di istigazione a delinquere con l’aggravante del terrorismo. I sette sono finiti nella rete del proselitismo islamico collegandosi al principale dei quattro blog, “Qital” (http://qital.splinder.com), gestito in Senegal dall’ex imam di Carmagnola, Fall Mamour, e a quello della moglie, “Ummusama” (http://ummusama.splinder.com/). Nei loro blog si ritrovavano incitazioni alla guerra santa contro i miscredenti, proclami di Bin Laden e di Al Zawahiri ed esaltazioni delle gesta dei mujahidin pubblicate dopo ogni attacco terroristico.

Via | Romagna oggi