Top 14 – Inizia il campionato francese. Favoriti, outsider e possibili sorprese! Scegli la squadra vincente

Si parte. Finite le vacanze è ai nastri di partenza il primo campionato europeo della stagione. In Francia inizia oggi il Top 14, il massimo campionato transalpino di rugby. Perpignan è chiamata a difendere il titolo conquistato contro Clermont, mentre sono diversi i club con velleità di alta classifica. Oltre alle solite note, infatti, ci

Si parte. Finite le vacanze è ai nastri di partenza il primo campionato europeo della stagione. In Francia inizia oggi il Top 14, il massimo campionato transalpino di rugby. Perpignan è chiamata a difendere il titolo conquistato contro Clermont, mentre sono diversi i club con velleità di alta classifica. Oltre alle solite note, infatti, ci sono un paio di compagini che si sono rafforzate e puntano a migliorare i già buoni risultati di un anno fa e, infine, c'è la accoppiata Tolone-Racing tutta da scoprire. E secondo voi chi vincerà il titolo 2010?

Prima di parlare dei team, però, bisogna sottolineare che da quest'anno cambia la formula del Top 14. Alla post season, infatti, non accederanno le prime 4 classificate, ma le sei migliori del campionato. Le prime due accederanno direttamente alle semifinali, mentre dal terzo al sesto posto si disputeranno due match di barrage, una specie di spareggio per accedere alla semifinale.
Parlando di squadre, invece, si parte subito con il botto stasera, alle 20.45, con Tolone-Stade Français. I parigini, sconfitti in semifinale nella scorsa stagione, hanno perso giocatori come Corleto ed Hernandez, ma si presentano con le interessanti novità di Southwell, Haskell e Dupuy e sono sempre tra i più forti candidati a un posto in semifinale, magari senza passare dal barrage. Contro di loro, però, la delusione della scorsa stagione, la multinazionale di Tolone che, in vista di quest'anno, ha fatto una nuova campagnia acquisti fenomenale. Oltre al coach Saint-André, infatti, vedremo in campo campioni del calibro di Wilkinson, Mignoni, Fernandez-Lobbe e Rory Lamont. Per il team una seconda stagione che dev'essere trionfale visti i milioni spesi.
Sabato, invece, gli altri incontri della giornata. Tolosa, delusa dalla mancata finale di giugno, è ospite di Montauban, squadra da medio-bassa classifica. Tolosa ha perso giocatori importanti come Pelous e Perugini, ma può contare sull'esperienza e la qualità di Picamoles come neoacquisto, così come sugli arrivi di Johnston e Jann. Anche lei punta alle semifinali dirette e non vuole farsi scappare la finalissima per due anni consecutivi. Montauban, invece, ha subìto il cambio d'allenatore e una fuga di molti nomi importanti a Castres, riciclando gli scarti di alcuni club più titolati. La salvezza non dovrebbe essere un problema, ma difficilmente punterà ai piani alti della classifica.
Scontro interessante, invece, a Biarritz, dove arriva il Castres. I padroni di casa si sono rafforzati (interessante l'arrivo degli inglesi Erinle e Balshaw) e dopo una stagione altalenante puntano a un campionato di alta classifica, cioé nei sei posti del post season. Outsider e incognita, invece, Castres che ha rivoluzionato completamente la squadra e dovrà capire se sarà competitiva fin dall'inizio della stagione.
Trasferta non impossibile per i finalisti del Clermont che vanno in visita a Bourgoin. La squadra di Gonzalo Canale ha perso qualche elemento, ma si è rafforzata con nomi come Parra e White e promette di ripetere l'ottima stagione dell'anno scorso, anche se credo dovrà passare dal barrage. Di contro, Bourgoin è sempre alle prese con i problemi economici e la sua campagnia acquisti è stata praticamente inesistente. Da evidenziare l'arrivo dell'italiano Di Bernardo dal Leeds.
Sfida tra neopromosse, poi, quella di Albi, dove arriva il Racing-Metrò targato Italia. Favoriti d'obbligo i parigini che possono schierare in questa stagione gente del calibro di Chabal, Frans Steyn (dopo il Tri Nations), Nallett e Taione, oltre al gruppo consolidato dell'anno scorso, Masi compreso. Albi, invece, è una seria candidata alla retrocessione, con una squadra onesta ma certamente di livello inferiore alla concorrenza.
Non facile, invece, l'esordio dei campioni di Perpignan che ospitano sul proprio campo Bayonne, outsider di lusso del Top 14. I campioni in carica, perso Carter (non che abbia dato molto alla causa), Hines e Cusiter non si sono mossi molto sul mercato, forti di una squadra già molto competitiva, anche se rischiano di non arrivare ai primi due posti. Di contro, invece, Bayonne ha messo a segno un paio di acquisti interessanti, come il nostro Totò Perugini e Ross Filipo, è si attestano come una ottima squadra di metà classifica con velleità di sorprendere. Chi sa che non lo facciano fin da sabato.
Chiude la prima giornata Brive-Montpellier, con i padroni di casa che si sono mossi molto sul mercato, sia in entrata sia in uscita, e che sono la grande incognita della stagione. Certamente importante l'arrivo di Rick Flutey e di Noon, sarà da vedere se riusciranno a non essere l'incompiuta dell'anno scorso. Incompiuta che è Montpellier, che ha perso qualità con gli addii di Picamoles e Baiocco e che non si è mossa molto nel mercato di entrata.

Top 14 – Primo turno
Biarritz – Castres
Bourgoin – Clermont
Montauban – Tolosa
Brive – Montpellier
Perpignan – Bayonne
TolonE – Stade Français
Albi – Racing Metrò

 

facebook-logo.jpg Rugby 1823 su Facebook

twitter-logo.jpg Rugby 1823 su Twitter