Andrew Cotton cavalca un’onda di 24 metri in Portogallo | Video

Il surfista britannico viene travolto, ma poi risale a galla grazie ad un salvagente

di antonio

Sono ancora una volta le coste del Portogallo il teatro di una fantastica impresa su una tavola da surf. Verso fine ottobre del 2013 il brasiliano Carlos Burle a Praia do Norte, vicino al villaggio portoghese di Nazare (sulla costa atlantica a 120 chilometri circa da Lisbona) si fece trascinare da un’onda alta 24 – 25 metri che battezzammo come “Onda di San Giuda”, sulla scia del nome dato alla tempesta che coinvolse mezza Europa in quei giorni. Il luogo, non a caso, è rinomato fra i surfisti di tutto il mondo per la particolare altezza delle onde, che possono arrivare ad altezze di 30 metri.

Andrew Cotton ha imitato il suo collega sudamericano nella stessa zona lusitana. La sua sagoma è spuntata su un’onda alta oltre 24 metri e l’impresa è stata subito ripresa da Billabong XXL Global Wave Awards che stabilirà il vincitore del 2014. “Non avevo mai visto niente del genere” ha commentato Cotton. Il surfer britannico ha tenuto la sua posizione per circa 10 secondi prima che l’onda lo travolgesse. Andrew Cotton scoprirà a marzo se il suo è un nuovo record del mondo.

E’ stata massiccia quella mattina e sapevo che c’era il potenziale per conquistare il record di onde“, ha riferito Cotton a Sky News UK. “Mi sono voltato e ho visto dietro di me una grande onda, ma non mi rendevo conto di quanto grande sarebbe stata. La mia tensione è salita alle stelle, ovviamente. Ci vuole un sacco di impegno e io sono fortunato perché ho una moglie comprensiva. E’ un sogno di cavalcare queste onde, per me. La cosa veramente eccitante del surf è che non sai mai quando ci sarà un’onda più grande, non è come scalare in montagna dove si conosce in partenza l’altezza“.

I Video di Blogo