L’ Influenza A sarà presto una pandemia che coprirà il 100% del Pianeta

Non sono notizie rassicuranti quelle diffuse pochi minuti fa dall’Oms: presto la pandemia di Influenza A sarà presente sul 100% del Pianeta. La pandemia di H1N1 si avvicina a una propagazione totale: almeno 160 paesi o territori su un totale di 193 membri dell’Organizzazione mondiale della sanità hanno confermato casi di contagio, presto si aggiungeranno

suina%20pand.jpg

Non sono notizie rassicuranti quelle diffuse pochi minuti fa dall'Oms: presto la pandemia di Influenza A sarà presente sul 100% del Pianeta. La pandemia di H1N1 si avvicina a una propagazione totale: almeno 160 paesi o territori su un totale di 193 membri dell'Organizzazione mondiale della sanità hanno confermato casi di contagio, presto si aggiungeranno anche gli altri.

Dalla Gran Bretagna, tra i paesi più colpiti, fanno saper che un terzo delle vittime non aveva già seri problemi di salute. Gli specialisti cominciano a dubitare che porti a morte solo persone già indebolite: il 16 per cento era sano. Intanto si parla di 100mila nuovi contagi alla settimana.

A Milano la psicosi Influenza A non sta tardando a farsi sentire, molti coloro che si recano in ospedale spesso senza una reale ragione. E la situazione potrebbe anche peggiorare al rientro dalle vacanze.

Ma quali sono i sintomi principali? Febbre alta, tosse e vomito. Insomma, è una normale influenza fuori stagione. Per questo molti si fiondano in ospedale appena avvertono qualcuno tra questi sintomi. E una notizia poco rassicurante arriva dal Canada, e a parlarcene è proprio il blog Canada. Nello stato del nord America si è registrato il primo caso di resistenza al Tamiflu, la medicina somministrata per combattere gli effetti del virus.

Insomma, non c'è bisogno di allarmismi ma la situazione non sembra ancora ben definita. Vi – e ci – terremo aggiornati.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia