Ian Thorpe di nuovo in ospedale: trovato in stato confusionale

Nei giorni scorsi l’ex olimpionico si era anche fatto male cadendo in casa.

Il giorno dopo la diffusione della notizia del ricovero di Ian Thorpe, la sua famiglia ha provato a rettificare dicendo che l’ex nuotatore era stato portato in ospedale solo perché si era fatto male a una spalla e aveva bisogno di cure e non per la riabilitazione a causa di depressione e alcol. Tuttavia, qualche giorno dopo, ecco che Ian Thorpe si ritrova di nuovo in ospedale. Questa volta è stato trovato in stato confusionale alle 3:15 del mattino a Sidney. Un testimone ha notato un tipo sospetto vicino a un furgone e ha chiamato la polizia. Quando gli agenti sono arrivati, si sono avvicinate e lo hanno riconosciuto. Hanno subito capito che aveva bisogno di assistenza medica e lo hanno così portato in ospedale.

Ian Thorpe in rehab: ricoverato per alcol e depressione

Venerdì 31 gennaio 2014

Ian Thorpe, uno dei nuotatori più forti di sempre e uno degli sportivi australiani più amati in patria, è finito in rehab a causa dell’abuso di alcol e della depressione con cui combatte ormai da molti anni.

L’ex atleta oggi 31enne, si è ritirato dal nuoto quando aveva solo 24 anni, dopo aver vinto nove medaglie olimpiche (cinque d’oro), undici titoli mondiali (più un argento e un bronzo), due titoli iridati in vasca corta (e un argento) e nove titoli ai Giochi PanPacifici (più tre argenti) e altri titoli ai Giochi del Commonwealth.

Durante la sua carriera ha dovuto affrontare accuse di doping e molta sfortuna soprattutto dopo le Olimpiadi di Atene, quando a causa della mononucleosi e di un infortunio a una mano non è più riuscito più a tornare a gareggiare e a novembre 2006 ha annunciato il ritiro.

Nel 2011 ha provato a tornare in gara per presentarsi poi alle Olimpiadi di Londra, ma ce l’ha fatta a qualificarsi, per troppo tempo ormai era stato lontano dalla vasca.

Nella sua biografia This is me pubblicata nel 2012 ha raccontato del male oscuro che lo ha perseguitato per anni, la depressione che lui definisce “paralizzante”. Per combatterla spesso si è lasciato andare all’abuso di alcol, anche quando ancora si allenava, fino a far diventare anche questo un problema. La situazione ultimamente è peggiorata e sebbene di recente sia stato visto agli Australian Open e sia sembrato tranquillo e sereno, dentro di sé ancora combatteva con i suoi guai.

Qualche giorno fa si è anche ferito cadendo in casa, poi mercoledì scorso la decisione di chiedere finalmente un aiuto concreto ricoverandosi in una clinica specializzata.

Uno dei suoi collaboratori, Alan Jones, al The Daily Telegraph ha ammesso che il problema di Ian Thorpe è molto serio, poi ha aggiunto:

“Ian è una bella persona, ma ha difficoltà a riconoscere i suoi problemi”

Nel video in alto un’intervista rilasciata nel 2012 alla ABC Australia nel corso della quale parla della sua depressione.