Il confronto tra Sicilia e Lombardia

La Sicilia ha metà degli abitanti e sei volte i dipendenti della Lombardia

Le notizie che vogliono la Sicilia vicina al default, con Monti che chiede le dimissioni di Lombardo e la possibilità che l’intera Regione venga commissariata rendono abbastanza bene l’idea delle condizioni in cui versano le sue casse. In più, non è certo una sorpresa che in Sicilia ci siano troppi sprechi.

La situazione non è migliorata con l’avvicendamento tra Cuffaro e Lombardo. Adesso, però, il quotidiano milanese Il Giornale (qui la pagine in pdf) mette il dito nella piaga mettendo a confronto i dati della regione siciliana con la Lombardia. Che sarà anche una regione virtuosa (o forse no), ma di guai ne ha comunque parecchi.

Quanti sono i dipendenti in Regione della Sicilia? 17.995. Sei volte quelli della Lombardia, che ne ha 3.084 a fronte di una popolazione doppia, visto che i lombardi sono dieci milioni e i siciliani cinque. E se i dipendenti sono sei volte, è ovvio che anche la spesa cresca in maniera proporzionale: se la regione guidata da Formigoni spende 176 milioni di euro l’anno per i suoi dipendenti, la Sicilia nel spende 760. Non solo, in Lombardia c’è un dirigente ogni 14 abitanti, nella regione del governatore Lombardo uno ogni 6. E a proposito di regioni virtuose, in verità anche la Lombardia è in debito, di 2,2 miliardi di euro. La Sicilia di 5,3. Solo che quest’ultima riceve dallo stato 50 miliardi in più all’anno.

Niente di nuovo, è una situazione che si conosce da anni ed è un po’ troppo facile far ricadere su Lombardo (che comunque non ha meriti) le colpe di una situazione che va avanti da decenni, ed è figlia di “ismi” strafamosi come: clientelismo, familismo, assistenzialismo, ecc. ecc. Il tutto benedetto da uno stato centrale che, pur di non dover affrontare una situazione complessa e delicata, ha sempre preferito versare miliardi su miliardi e poi girare la testa dall’altra parte.

Foto | © TM News

I Video di Blogo