Affari italiani – Il 18 luglio si decide chi va in Celtic League: Treviso e Pretoriani i favoriti

Siamo alla stretta finale. Nei prossimi giorni le società rimaste in corsa per la Celtic League dovranno far pervenire in Federazione le ultime documentazioni richieste e poi, sabato 18, il Consiglio Federale finalmente metterà fine a questa telenovela. Tra poco più di due settimane, infatti, si deciderà chi avrà il passaporto celtico e chi no.

Siamo alla stretta finale. Nei prossimi giorni le società rimaste in corsa per la Celtic League dovranno far pervenire in Federazione le ultime documentazioni richieste e poi, sabato 18, il Consiglio Federale finalmente metterà fine a questa telenovela. Tra poco più di due settimane, infatti, si deciderà chi avrà il passaporto celtico e chi no. In corsa sono rimasti: Benetton Treviso, gli Aironi di Viadana, i Praetorians dei club romani e l'SpqRoma. Favoriti d'obbligo, Treviso e Pretoriani.

"Se non ci vorranno in Celtic League qualcuno ne risponderà. Parlano i risultati degli ultimi 20 anni" sono state le parole di Andrea Benetton, che chiarisce perfettamente come in Veneto la candidatura del Treviso sia data per vincente. Inoltre, sembra che negli ultimi giorni si siano intensificati i contatti tra Benetton e le altre squadre venete, nell'ottica di allargare il discorso Treviso e far partecipare alla selezione anche le altre realtà storiche della regione.
Per il resto, scomparsi i Duchi di Calvisano e Parma, la lotta è tra gli Aironi di Viadana, che pagano però la forte candidatura di Treviso al nord, i Praetorians, che possono giocarsi l'importante carta L'Aquila, e l'SpqRoma, outsider che potrebbe tentare il colpaccio, anche se è improbabile. Insomma, ancora tutto aperto, ma tra pochi giorni il mistero verrà risolto. Con un finale scontato o, magari, un colpo di scena che nessuno si aspetta…