Azouz Marzouk si è risposato: grazie alle nozze potrebbe avere la cittadinanza italiana

Lo avevano già annunciato: dopo la strage di Erba Azouz Marzouk si è risposato con la sua ragazza italiana, Michela Lovo. I due si erano conosciuti un anno fa in un bar di Lecco e si sono sposati in Tunisia lo scorso 18 giugno. Il settimanale Gente ha raccolto un’intervista alla neosposa in cui le

Lo avevano già annunciato: dopo la strage di Erba Azouz Marzouk si è risposato con la sua ragazza italiana, Michela Lovo. I due si erano conosciuti un anno fa in un bar di Lecco e si sono sposati in Tunisia lo scorso 18 giugno. Il settimanale Gente ha raccolto un'intervista alla neosposa in cui le racconta

"Me lo sono venuta a riprendere. Sono pronta a seguirlo ovunque. Voglio una vita normale, una famiglia, dei figli. Vorremmo un maschio e ovviamente lo chiameremo Youssef"

Il matrimonio, celebrato davanti a un notaio, per ora non è valido in Italia, finché non verrà registrato. Nel caso le nozze potrebbero accelerare la procedura per la richiesta della cittadinanza italiana per Azouz.

L'uomo infatti è stato colpito da decreto di espulsione in quanto 'soggetto socialmente pericoloso' dopo una condanna per droga: Marzouk aveva patteggiato una condanna a 13 mesi di reclusione per 360 episodi di spaccio di stupefacenti.

Michela qualche mese fa aveva raccontato

"Azouz e io siamo innamorati: abbiamo già vissuto insieme a Lecco per cinque mesi e abbiamo deciso che un giorno ci sposeremo. Lo hanno espulso dall'Italia, purtroppo, ma sto per raggiungerlo in Tunisia: trascorrerò le vacanze estive nella sua casa di Zaghouan con lui e con i suoi genitori e sarà quasi una luna di miele"

La donna ha conosciuto Marzouk mentre lui era agli arresti domiciliari e andava a fare la spesa nel supermercato dove c'è il bar per il quale lavora. A Lecco alcune persone hanno anche iniziato a far raccogliere firme perché il provvedimento di espulsione venga revocato.

I Video di Blogo