Forza Italia: dietro il ritorno una questione di rimborsi elettorali

177 milioni di euro in fideiussioni versati da Berlusconi per il vecchio partito. E ora non ci sono più soldi

di guido

Dietro la decisione di Berlusconi di cancellare il Pdl per tornare al vecchio nome Forza Italia (decisione già derubricata a semplice proposta con la solita scusa “sono stato frainteso”) non c’è solo la nostalgia per la sua prima creatura politica, e nemmeno una strategia di marketing politico, ma una mera questione di soldi. A spiegarlo è Franco Bechis su Libero, che è andato a fare i conti in tasca al Cavaliere e al vecchio partito, scoprendo una situazione economica tutt’altro che rosea.

Nel corso degli anni, Berlusconi ha versato 177 milioni 40mila 964 euro in fideiussioni personali per garantire di fronte alle banche e ai creditori la sua prima creatura politica. Questo non sarebbe un problema insormontabile per le casse del Cavaliere, se nel 2010 Forza Italia non avesse smesso di ricevere i rimborsi elettorali, con l’ultima rata che le spettava per le elezioni politiche 2006, le ultime alle quali si è presentata. Ma il pasticcio economico è ancora più grosso: cerchiamo di spiegarlo meglio.


Nel 2008, all’atto della fondazione del nuovo partito, Pdl e Forza Italia avevano sottoscritto un accordo con cui si dividevano oneri e onori (candidature, poltrone e anche soldi): 75% a Forza Italia, 25% ad An. Subito dopo le elezioni, il Pdl aveva scelto di incassare subito tutto l’importo dei rimborsi per mettere a posto i conti. Ora però, con la decurtazione dei rimborsi elettorali, si troverebbe a dover restituire oltre 20 milioni e, in base agli accordi, sarebbe proprio Forza Italia a dover sborsare la parte più consistente, aggravando un bilancio già molto in rosso. E c’è il rischio che i 177 milioni di fideiussione vadano in buona parte persi.

Tempo fa parlavamo delle preoccupazioni del Cavaliere per i suoi conti personali. A questo sarebbe dovuta la scelta di resuscitare Forza Italia mettendo in liquidazione il Pdl, che ha conti migliori e soprattutto non garantiti dal patrimonio personale di Berlusconi. Così Forza Italia potrebbe contare su un’entrata di rimborsi elettorali ridotti e beneficerebbe del travaso di denaro dal Pdl. Insomma, se qualcuno aveva perplessità su questo ritorno al passato, l’articolo di Bechis non fa che peggiorare la situazione.

Foto | © TM News

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →