Il ritorno di Forza Italia – Gli ex An verso la scissione?

Alleanza Nazionale potrebbe risorgere

Non è una bella giornata per gli ex di Alleanza Nazionale rimasti nel Pdl, fedeli a Berlusconi. L’annuncio di un ritorno a Forza Italia li lascia spiazzati. Loro, che per seguire il Cavaliere avevano girato le spalle al mentore Gianfranco Fini, ora rischiano di dover rinnegare il loro percorso politico post-fascista e ritrovarsi in un partito fondato da liberali e socialisti. Robe da matti. Ma qual è l’alternativa per Ignazio La Russa & co.? Al momento sono parecchio impegnati a fare la voce grossa per evitare che il Pdl faccia un balzo all’indietro e si ritrasformi in Forza Italia, ma che Berlusconi cambi idea per non fare arrabbiare la corrente aennina è fuori discussione.

Per ora tra gli ex colonelli di Fini volano solo parole minacciose: “Non è il momento di parlare. Ma se si va avanti così, qualcosa succederà”, dice la Meloni. Anche La Russa non sembra averla presa bene: “Se si pensa che sia salvifico un salto all’indietro al ’94, quando Forza Italia prese il 21% dei voti e AN il 13%, si sbaglia. Un partito non cambia il nome con un annuncio a un giornale tedesco”. Beh, un partito che cambia nome con un annuncio dal predellino di una Mercedes può farlo anche da un giornale tedesco, non ci sono dubbi. Parla invece già da ex il vicecapogruppo vicario del Pdl, Massimo Corsari: “Ritorno a Forza Italia? Il problema sono i cortigiani del Pdl. Gente che non ha mai avuto idee per andare oltre Berlusconi. Persone che non sono mai diventate così adulte da pensare di sopravvivere al loro leader”.

A far capire quanto gli ex Forza Italia siano intimoriti dalle parole degli aennini ci pensa Giancarlo Galan: “Vogliono fare un altro partito? Noi certo non li fermiamo”. Una sorta di “accomodatevi, quella è l’uscita”. Ma cosa possono fare adesso gli ex colonelli che coltivavano sogni di gloria lontani da Fini? Il loro vecchio capo di sicuro non li riprende indietro, la Destra è il regno di Storace e difficilmente imbarcherebbe dei vecchi compagni con cui ci sono stati fortissimi attriti, restare in Forza Italia sarebbe l’umiliazione (ma potrebbe anche finire così, senza gloria). E quindi? Resta solo una possibilità: fare risorgere Alleanza Nazionale, che secondo alcuni potrebbe prendere attorno al 7/8%.

Sembra l’unica soluzione, ma replicare al ritorno di Forza Italia riesumando un altro partito non sembra proprio una mossa vincente. E, soprattutto, quel 7/8% di cui parlano gli ex An sembra più un auspicio che il frutto di qualche ricerca. Anche perché Futuro e Libertà viaggia intorno al 2%, perché mai La Russa dovrebbe attrarre quattro volte i voti di Fini? In tutta questa vicenda, l’unico che può sperare di guadagnarci qualcosa è proprio il leader di Fli, che magari un po’ di voti in fuga da questa rinascita berlusconiana potrebbe acchiapparli.

Foto | © TM News