Forza Italia – Silvio Berlusconi cancella il Partito delle Libertà

L’annuncio a “Bild”. Si completa con il nome, il ritorno al passato del Cavaliere, che ripropone, anche nei toni, il modello già visto nelle scorse tornate elettorale.

di

Forza Italia. Sarà questo il nuovo nome del Partito delle Libertà: lo ha annunciato Silvio Berlusconi al tabloid tedesco Bild, cui ha rilasciato una lunga intervista a proposito della politica interna, europea, e della sua candidatura a premier anche per le elezioni politiche del 2013.

Con questo passo all’indietro si conferma una volta di più la strategia da ritorno al passato che l’ex Presidente del Consiglio ha deciso di mettere in campo per questo nuovo tentativo di ritornare al potere dopo il governo Monti. Lo si evince anche dalla modalità di comunicazione scelta e dal fatto che sia stato proprio un tabloid tedesco – non può essere un caso, vista l’importanza dei rapporti con la Germania e visto che anche Monti si è concesso a quotidiani teutonici – la testata scelta per l’annuncio. Paradossalmente, Berlusconi ha un po’ nicchiato sulla sua ricandidatura (senza negarla, sia chiaro), ma è stato perentorio a proposito del nome del partito.

Ha spiegato, infatti, di ricevere molte richieste per una sua candidatura (retorica già sentita e già utilizzata più volte) per poi chiudere così:

«Posso solo dire che non abbandonerei mai il mio partito, il Popolo della Liberta, che d’altronde riavra’ presto il suo vecchio nome: Forza Italia».

Probabilmente, dietro questo passo del gambero, c’è una qualche forma di ricerca di marketing, o magari la convinzione che in un periodo di crisi ci sia bisogno di nuovo dell’incitazione, per arrivare al successo politico. E quanto alla crisi, anche qui, Berlusconi compie il suo personale capolavoro di ribaltamento della storia, sostenendo, sempre a Bild, di essere stato

il primo, fra i leader occidentali, a denunciare la pericolosità della crisi finanziaria globale e a sostenere la necessita’ di introdurre delle riforme. Il mio governo ha fatto molto per i giovani imprenditori e ha realizzato riforme coraggiose come quelle sulle pensioni, sulla scuola, sull’università».

E a chi potrebbe ricordargli che in verità ha continuato per mesi e mesi a negare l’esistenza stessa della crisi, be’, l’ex premier sa già cosa rispondere. Anzi, ha già risposto (anche qui, con toni che ben conoscono tutti coloro che ne hanno studiato le strategie comunicative):

«[La crisi] è impregnata di una sorta di profezia che si auto-avvera, cioè il fattore psicologico è una delle cause principali della crisi. Io invece sono del parere che sia compito di un governo creare un clima di ottimismo e fiducia».

Ottimismo, Berlusconi e Forza Italia. Il passato è tornato.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →