Vela, Cape2Rio | Maserati di Soldini taglia il traguardo di Rio, è record!

La barca italiana conquista il record della regata

di antonio

Vela, Cape2Rio | Maserati di Soldini: è record! – Foto

(Foto: pagina Facebook Ufficiale di Giovanni Soldini)

00:43 – La notizia che attendevamo è finalmente arrivata. Dal sito ufficiale di Maserati:

Alle ore 23.29 GMT del 14 gennaio (le h 21.29 locali e le h 00.29 italiane del 15 gennaio) Maserati ha tagliato la linea del traguardo della 14a edizione della Cape2Rio, aggiudicandosi la vittoria e stabilendo il nuovo record di velocità della regata. Giovanni Soldini e il team di Maserati hanno compiuto le 3.300 miglia di percorso tra Cape Town e Rio de Janeiro in 10 giorni, 11 ore, 29 minuti, 57 secondi. Il record precedente apparteneva a Zephyrus IV, un maxi americano di 74 piedi che nel 2000 ha compiuto il percorso in 12 giorni, 16 ore e 49 minuti.

00:30 – La Cape2Rio è una regata storica inaugurata nel 1971. Quest’anno è partita il 4 gennaio alle 13 italiane. Il record della regata appartiene a Zephyrus IV, un maxi americano di 74 piedi, che nel 2000 ha compiuto il percorso in 12 giorni, 16 ore e 49 minuti. A bordo con Giovanni Soldini, un team internazionale di nove persone: gli italiani Guido Broggi, Corrado Rossignoli e Michele Sighel; il tedesco Boris Herrmann; lo spagnolo Carlos Hernandez; i francesi Jacques Vincent e Gwen Riou; il danese Martin Kirketerp Ibsen e per la prima volta il monegasco Pierre Casiraghi.

00:20 – Errata corrige: Maserati procede lentamente, a 2 nodi di velocità, con 3 nodi di vento in poppa, verso la linea di arrivo della 14a edizione della Cape2Rio. Manca solo mezzo miglio al traguardo. (l’ultimo aggiornamento)

00:05 – Maserati dovrebbe aver tagliato il traguardo, la cartografia in tempo reale non segnala più la distanza che separa l’imbarcazione italiana da Rio de Janeiro. Attendiamo notizie ufficiali da Giovanni Soldini e dal sito ufficiale della Cape2Rio (piuttosto deludente). Il record della Cape2Rio, ad ogni modo, è stato centrato, ma bisogna attendere l’omologazione.

23:00 – Alle 21.45 GMT (le h 22.45 in Italia), Maserati sta navigando a 23 s, 43 02 w, a 7 miglia di distanza dalla linea del traguardo, che dovrebbe raggiungere nel giro di 30, 45 minuti. L’imbarcazione italiana capitanata da Giovanni Soldini, al decimo giorno di navigazione, sta per centrare il nuovo record della regata storica. A Rio de Janeiro, intanto, fervono i preparativi al traguardo. A 20 miglia dal traguardo il velista italiano più rappresentativo ha scritto un messaggio di ringraziamenti, sul sito ufficiale, a tutto il suo equipaggio, ai tifosi che hanno seguito questa impresa e agli sponsor:

“Maserati naviga sotto spi con 14 nodi di vento che la spingono veloce verso la costa del Brasile. E’ una sera bellissima, la luna illumina le nuvole bianche che ci passano sulla testa. Tra qualche miglio incroceremo la nostra rotta percorsa un anno fa, era proprio il 13 gennaio. E’ passato un anno esatto da quando siamo passati di qui l’ultima volta, stavamo scendendo verso Capo Horn dopo essere partiti da New York per tentare il record New York-San Francisco. In questo anno Maserati ha percorso quasi tutti i mari del mondo, prima l’Atlantico, poi il Pacifico, le Hawaii, la traversata fino alle Filippine, poi il mar della Cina, Hong Kong, Singapore, Sumatra, Giava e l’oceano Indiano, infine Cape Town da dove siamo partiti per partecipare a questa bellissima regata”.

Soldini ripercorre, con una certa emozione, l’anno vissuto a bordo di Maserati ed elogia il marchio made in Italy:

“E’ stato un anno emozionante, intenso, abbiamo compiuto belle imprese sportive, siamo diventati una bandiera che porta in tanti paesi i grandi marchi del made in Italy. Questo incrociare la nostra rotta tracciata proprio un anno fa mi fa ripensare a tutti i mesi di lavoro, impegno e dedizione che ci hanno portato a vivere esperienze forti e ad avere grandi soddisfazioni. Un grazie ai nostri partner, che hanno creduto in noi. Un grazie a tutti quelli che hanno lavorato con me ogni giorno per far sì che le cose andassero per il meglio. E un grazie infine a tutte le persone che ci hanno seguito con affetto e calore, ci hanno spronato e sostenuto, ci hanno trasmesso la loro energia. Ora dobbiamo pensare a percorrere nel miglior modo possibile queste ultime miglia che ci separano da Rio, dalla vittoria e dal record della regata. Mi sembra un bel modo di festeggiare questo cerchio intorno al mondo che oggi si chiude”.

Cape2Rio – Cartografia

I Video di Blogo

Day 2 Preview: Federer, Nadal ready for action – Wimbledon 2014