Renzo Piano: “Ai giovani architetti il mio stipendio da senatore”

Il senatore a vita devolverà i propri emolumenti a progetti affidati ai giovani architetti

Detto, fatto. Renzo Piano lo aveva promesso: darò spazio ai giovani architetti. E così la promessa fatta qualche tempo fa diventerà realtà: Piano devolverà il suo stipendio di senatore a vita a iniziative di recupero di edifici e aree urbane che coinvolgeranno giovani architetti. Nell’iniziativa dello stimatissimo architetto genovese una particolare attenzione verrà prestata al rilancio delle periferie urbane.

In una nota che fa seguito all’incontro con il presidente Giorgio Napolitano, Piano ha dichiarato:

Credo nel ruolo della politica, che viene da polis, la città. E credo anche che questa sia la strada giusta per mettere la mia esperienza al servizio del Paese. Un Paese bellissimo, ma proprio per questo motivo fragile e bisognoso di protezione.

Nell’incontro con Napolitano, Piano ha illustrato i principali punti di quello che sarà il suo impegno in Parlamento. Ieri, nell’imminenza dell’incontro di quest’oggi, Piano aveva riunito nel suo ufficio di Palazzo Giustiniani alcuni dei collaboratori con i quali ha lavorato in Italia e nel mondo. Fra i punti toccati nell’incontro ci sono stati, appunto, il futuro delle città (con il recupero delle periferie), il consolidamento delle strutture pubbliche esistenti (come le scuole) e il coinvolgimento delle giovani leve di architetti nell’ideazione e nella progettazione di iniziative volte al miglioramento del tessuto urbanistico e alla tutela del paesaggio.

Foto © Getty Images