260 dollari per fare uccidere i genitori adottivi. Teenager arrestato

260 dollari: tanto poco valeva la vita dei genitori adottivi. Ma il piano del diciottenne Jacob Lett per farli uccidere non è andato a buon fine, e il ragazzo è finito in prigione con un’accusa per tentato omicidio di secondo grado. Assieme a lui, l’amico Joseph Garcia, a cui si era rivolto per sapere se

260 dollari: tanto poco valeva la vita dei genitori adottivi. Ma il piano del diciottenne Jacob Lett per farli uccidere non è andato a buon fine, e il ragazzo è finito in prigione con un’accusa per tentato omicidio di secondo grado. Assieme a lui, l’amico Joseph Garcia, a cui si era rivolto per sapere se conoscesse “qualcuno che avrebbe voluto compiere un omicidio per soldi”. Garcia lo aveva messo in contatto con due uomini a Kansas City, ma uno di questi è stato fermato dalla polizia per violazione della libertà sulla parola e ha raccontato agli agenti del progetto. Il secondo uomo ha confermato. Il giovane Lett gli aveva dato 3 pistole della collezione del padre adottivo, una carta di credito con relativo PIN e il codice d’accesso per disattivare l’antifurto di casa.

Venuta a conoscenza delle intenzioni di Jacob, la signora Parnell è scoppiata in lacrime, commentando: “E’ sempre stato un bravo ragazzo”. Ma lo dicevano anche di Pietro Maso.

Via | ABC news

I Video di Blogo