La foto del lunedì: carrettini d’altri tempi

Nel nostro immaginario resterà – forse per sempre – il ricordo del malinconico Nestore, cavallo protagonista di una delle ultime interpretazioni cinematografiche del grande Sordi (“Nestore, l’ultima corsa”). Ma i vetturini, figura caratteristica della Roma che fu, continuano ancora le loro corse fra le strade della Capitale, trasportando turisti e romantici.Certo, ora il panorama che

di claudio



Nel nostro immaginario resterà – forse per sempre – il ricordo del malinconico Nestore, cavallo protagonista di una delle ultime interpretazioni cinematografiche del grande Sordi (“Nestore, l’ultima corsa”). Ma i vetturini, figura caratteristica della Roma che fu, continuano ancora le loro corse fra le strade della Capitale, trasportando turisti e romantici.

Certo, ora il panorama che li circonda è cambiato: pieno di luci, rumori, vetrine, giganti pannelli pubblicitari, graffiti, murales non assomiglia certo più a quello che si respirava nella Roma degli anni passati, quando la vita era meno tecnologia ma forse più genuina. E il traffico, quello non lascia scampo a nessuno con le strade del centro affollate di auto e furgoni – nonostante la ZTL – e di clacson e guidatori della domenica.

I vetturini continuano però ad esercitare il loro fascino, con i movimenti lenti e rilassati dei cavalli che ti trasportano per le strade della Capitale facendoti godere tutte le bellezze del panorama cittadino. E con questo sole e l’estate che incombe, non c’è niente di meglio. Ma stanno diventando sempre più rari: una specie da salvare, non trovate?

foto | 06blog

I Video di Blogo