Sorpresa: gli zingari votano Berlusconi

I critici del recente decreto sicurezza fanno spesso notare che i rom che si trovano nei campi sono spesso cittadini italiani. Sarebbe perciò discriminante e razzista raccoglierne le impronte, ad esempio. Ma se di cittadini si tratta, ciò significa che sono titolari, tra le altre cose, di diritto di voto. Ma qualcuno ha mai provato

I critici del recente decreto sicurezza fanno spesso notare che i rom che si trovano nei campi sono spesso cittadini italiani. Sarebbe perciò discriminante e razzista raccoglierne le impronte, ad esempio. Ma se di cittadini si tratta, ciò significa che sono titolari, tra le altre cose, di diritto di voto. Ma qualcuno ha mai provato a chiedersi cosa votano gli zingari italiani? Ci abbiamo provato noi, con risultati sorprendenti: a quanto pare gli zingari votano Berlusconi.

La nostra fonte è un’assistente sociale che lavora per una cooperativa presso un campo autorizzato alla periferia di Milano, che ci ha pregato di garantirle il massimo anonimato, visto il clima di questi ultimi mesi. Conversando con i residenti nel campo (tutti cittadini italiani) le è capitato di scoprire che molti di loro avevano votato PDL alle ultime elezioni.

Ha quindi condotto una piccola indagine “in proprio” e ha scoperto che questo era avvenuto per la maggior parte di loro. Stando alle loro giustificazioni, non si erano accorti che era alleato con la Lega. Ora sono pentiti. Certo, è un’indagine priva di qualsiasi significato statistico, ne siamo consapevoli.

Però il dato – anche se parziale – colpisce. Ed è supportato da altri resoconti giornalistici, che ci raccontano ad esempio di rom romani che votano Alemanno e dichiarano: “Pensavamo che fosse giusto quel che diceva sugli extracomunitari. Tanto, abbiamo pensato, noi siamo italiani!”.

A voler essere ironici viene in mente Berlusconi quando, qualche anno fa, aveva indicato con un appellativo non troppo carino coloro che “votavano sinistra contro i propri interessi”. A quanto pare, persone di questa risma si trovano anche tra gli elettori del PDL.

Per essere più seri si può invece notare come carnefici e vittime (in qualunque direzione preferiate interpretare questa relazione) votino in questo caso dalla stessa parte. Se Berlusconi riesce nell’impresa di farsi votare anche da quelli contro cui fa campagna elettorale allora – vecchiaia permettendo – ha sicuramente buone chance di restare al potere ancora a lungo.

Foto: Francesco Paraggio, Flickr

I Video di Blogo.it