‘Ndrangheta: arrestato in Olanda il boss Giuseppe Nirta, latitante da 10 anni

E’ terminata oggi ad Amsterdam, dopo quasi 10 anni, la latitanza del capo della cosca di San Luca, Giuseppe Nirta, 35 anni, considerato uno dei responsabili della strage di Duisburg, avvenuta nel Ferragosto del 2007. Le autorità italiane, in collaborazione con quelle olandesi, avevo da un pò di tempo individuato nascondiglio del boss 35enne e

E’ terminata oggi ad Amsterdam, dopo quasi 10 anni, la latitanza del capo della cosca di San Luca, Giuseppe Nirta, 35 anni, considerato uno dei responsabili della strage di Duisburg, avvenuta nel Ferragosto del 2007.

Le autorità italiane, in collaborazione con quelle olandesi, avevo da un pò di tempo individuato nascondiglio del boss 35enne e l’avevano tenuto d’occhio fino al momento opportuno: la trappola è quindi scattata oggi e Nirta è finito in manette. Dovrà scontare 14 anni ed 8 mesi di carcere per associazione a delinquere per traffico internazionale di stupefacenti.

Resta da approfondire il suo coinvolgimento nel massacro di Duisburg, per la quale fin’ora è stato formalmente accusato solo il 29enne Giovanni Strangio, latitante dal 2007.

Nel corso dell’operazione sono finite in manette anche le due sorelle dell’uomo, Teresa e Angela Strangio, l’autista Giorgio Francesco Madeo, che le aveva accompagnate in auto dall’Italia, e la moglie di Giuseppe Nirta, la 32enne Aurelia. Tutti accusati di favoreggiamento.

Al blitz hanno preso parte gli investigatori del Servizio Centrale Operativo, dell’Interpol e della Squadra Mobile di Reggio Calabria in collaborazione con le autorità di Amsterdam.

I Video di Blogo

Gli ultimi minuti di vita di George Floyd

Ultime notizie su Ndrangheta

Tutto su Ndrangheta →