Omicidio a Vieste: 50enne ucciso a fucilate in un agguato

La vittima è Marino Solitro ucciso sotto casa sua con almeno due colpi di fucile.

Agguato a Vieste, nel foggiano, dove la scorsa notte Marino Solitro, di 50anni, è rimasto ucciso dopo essere stato raggiunto al torace da almeno due fucilate.

L’uomo è stato freddato davanti alla sua abitazione in località Molinella, tra Vieste e Peschici, nell’area garganica. Colpito dai proiettili Solitro, che aveva qualche precedente per droga, è stramazzato al suolo. Per lui non c’è stato scampo.

A compiere l’omicidio sarebbero stati due killer, probabilmente appostati sotto casa della vittima. Sulle tracce dei sicari si sono messi i carabinieri di Vieste e di Foggia secondo cui il delitto non sarebbe da inquadrare, in base agli elementi raccolti, in un contesto malavitoso.

I carabinieri hanno eseguito già tre stub, l’esame per verificare la presenza di polvere da sparo su corpo e indumenti, ma i risultati non si conoscono ancora.

Solitro era noto alle forze dell’ordine anche perché, scrive Il Corriere del Mezzogiorno, otto anni fa era stato coinvolto in un agguato compiuto a Vieste dove era rimasto ferito in modo non grave mentre a dicembre del 2010 l’uomo era stato arrestato per l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi.

Il 26 gennaio scorso a Vieste venne ucciso il presunto boss della mafia locale Angelo Notarangelo.

(in aggiornamento)