False revisioni auto a Napoli: 12 denunciati

Circa Circa 4.000 auto coinvolte nelle fasle revisioni, ora saranno richiamate per i test tecnici e meccanici.

Un giro di migliaia di false revisioni auto è stato scoperto a Napoli dove i carabinieri hanno denunciato in tutto 12 persone in stato di libertà.

Sarebbero qualcosa come quattromila le automobili interessate dalla falsa procedura di revisione, i proprietari delle vetture erano all’oscuro, ora le loto auto dovranno essere sottoposte a nuove verifiche tecniche e meccaniche.

Le false revisioni venivano eseguite secondo gli investigatori con dei software illegali senza che le automobili entrassero nelle officine per i test.

Gli indagati sono titolari e dipendenti di otto centri di revisione di Napoli. Le accuse mosse nei loro confronti sono di falsità ideologica in certificati commessa da persone esercenti di un servizio di pubblica utilità, sostituzione di persona, riciclaggio, soppressione di targhe e violazione delle norme sulla sicurezza dei luoghi di lavoro.

Nel corso dell’attività di accertamento i carabinieri hanno posto sotto sequestro i computer con i software illegali con cui venivano di rilasciate le documentazioni relative alle false revisioni delle auto.

L’attività investigativa ha potuto contare sull’apporto di telecamere nascoste e certosini servizi di osservazione, i carabinieri inoltre hanno dovuto controllare migliaia di documenti.

Sorvegliando l’esterno dei centri di revisione con delle videocamere nascoste i militari hanno scoperto che negli orari indicati per le procedure di revisione i proprietari della auto o i tecnici arrivavano a piedi senza le vetture ma solo con i documenti di circolazione sui cui veniva poi apposto il falso tagliando di revisione.