Federer: “Stephan Edberg non è il mio coach, per ora…”

Federer smentisce che Stephan Edberg possa essere il suo nuovo allenatore. Lo svizzero lascia comunque aperta ogni possibilità per il futuro

Tre giorni fa, Federer ha postato un tweet sibillino:

Stephan Edberg ha terminato una settimana di allenamento con me e il mio team. E’stato bello trascorrere del tempo con uno dei miei idoli di infanzia

Sono bastati 140 caratteri per scatenare subito, in rete, voci e indiscrezioni su un possibile sodalizio tecnico tra il tennista di Basilea e l’indimenticato campione svedese. Come sapete, Federer ha chiuso la sua partnership con Paul Annacone lo scorso autunno, al termine di una stagione da dimenticare, la più brutta della sua carriera. Da allora Roger ha continuato a collaborare con il capitano di Coppa Davis, Severin Luthi, presenza fissa in tutti i tornei. La presenza a Dubai di Edberg ha fatto pensare immediatamente che Luthi potesse essere affiancato dallo svedese. Invece non è così. Lo ha spiegato lo stesso Federer in un’intervista al quotidiano elvetico Lematin, ripresa dai colleghi di Tennisworlditalia

Avevo contattato Stephan qualche settimana. Ho pensato di farlo venire a Dubai, lontano da tutti. E’stato uno dei miei idoli e volevo qualche suggerimento da lui. E’ stato bello. Ci intendiamo bene. Lui sa di cosa si parla

Alla domanda su Edberg possibile coach, Federer ha risposto così

Stephan non ha mai avuto esperienze da allenatore. Per il momento Luthi è il mio coach a tempo pieno e stiamo facendo un buon lavoro. Mi chiedi se in futuro qualcuno possa aggiungersi a noi? Perchè no?

Dunque la porta per Edberg rimane sempre aperta. E’sempre bello vedere alcuni dei campioni del presente essere allenati da leggende del passato. Murray ha cominciato a vincere con Lendl. Djokovic continuerà a farlo con Boris Becker e chissà se Federer tornerà a esaltarsi con Edberg al suo fianco. Per ora non è possibile. In futuro, come afferma Roger stesso, chissà…

Foto © Getty Images