Serie A basket: il bilancio, la sorpresa Brindisi e la delusione Avellino

I promossi ed i bocciati del massimo campionato, arrivato ad un terzo del suo cammino della stagione regolare

Il campionato di basket è giunto ad un terzo del suo cammino, quindi è possibile iniziare a fare un bilancio di questa stagione, dopo 10 delle 30 giornate in programma. Vediamo chi sono i promossi ed i bocciati dell’avvio di questo 2013/14, dove non sono mancate sorprese, delusioni ed alcune conferme.

LE SORPRESE

Brindisi – La formazione di Piero Bucchi è sicuramente una delle realtà più interessanti di questa stagione: è in vetta dall’inizio e si sta confermando dopo ogni giornata, anche se nell’ultimo periodo sembra avere un po’ meno brillantezza.

Siena – Sembra assurdo inserirla tra le sorprese, reduce da sette scudetti consecutivi, ma in pochi si attendevano di vedere la squadra di Crespi tra le prime della classe, dopo in grande ridimensionamento estivo. La mentalità vincente fa sempre la differenza.

Cantù – E’ a metà strada tra sorpresa e conferma, comunque la squadra di Sacripanti si mantiene tra le protagoniste della stagione, con tanti italiani in primo piano, su tutti Stefano Gentile ed Aradori. Buon cammino anche in Europa.

Bologna – Non sempre costante, ma comunque al quinto posto, dopo una delle stagioni più disastrose della storia ed un completo rinnovamento, sia a livello tecnico che societario. In casa può dare fastidio a chiunque.

Caserta – Per molti era una delle squadre meno competitive del campionato, ma sta facendo una stagione più che dignitosa, con già sei punti di vantaggio sulla zona salvezza. Andando avanti così, vivrà un campionato tranquillo, magari potendosi togliere qualche soddisfazione parziale.

LE CONFERME

Sassari – Era una delle grandi favorite in avvio di stagione e lo sta confermando: un inizio non esaltante, ma un crescendo importante, fino ad arrivare alla serie di vittorie dell’ultimo periodo.

Roma – Non ha il roster della passata stagione, è abbastanza altalenante, ma in una posizione buona per la lotta playoff, come ci si attendeva al via del campionato.

Pistoia – Inizio disastroso per la neopromossa, poi la crescita costante e vittorie decisamente importanti, in chiave salvezza.

DA RIVEDERE

Milano – Era la grande favorita ed ha avuto sinora un rendimento troppo altalenante, soprattutto in trasferta. Qualche infortunio di troppo e la rivoluzione estiva meritano delle prove d’appello, buon cammino in Eurolega.

Venezia – Ha iniziato a correre con l’arrivo di Markovski e, nelle ultime settimane, ha mostrato di poter recitare il ruolo di outsider assegnatole in avvio di stagione. Se manterrà questa continuità.

Reggio Emilia – Ci si attendeva qualcosa in più dalla Grissin Bon, soprattutto con l’entusiasmo maturato per l’arrivo di James White. Sta faticando, ma è comunque in corsa per un posto nelle Final Eight.

Montegranaro – Sempre battuta fuori casa, meglio in casa ed attualmente sarebbe salva. Forse ci si poteva attendere qualcosa in più.

LE DELUSIONI

Varese – Nessuno si attendeva un replay della stagione scorsa, ma il rendimento tra campionato ed Eurocup è stato davvero deficitario. Sta perdendo partite in serie, rischia di stare fuori dalla Coppa Italia, dove l’anno scorso fu finalista.

Avellino – La delusione più grande. Doveva essere tra le protagoniste, dopo un mercato importante ed aver ‘strappato’ Vitucci a Varese: invece è nella zona bassa della classifica, già staccata di 8 punti dalla vetta.

Cremona – Solo due vittorie, già il cambio in panchina ed un presidente davvero sconsolato per le prove deludenti della squadra. Male.

Pesaro – La stagione difficile era ampiamente prevista, però le nove sconfitte consecutive sono pesantissime, così come l’ultimo posto solitario in classifica. Serve una svolta, magari anche dal mercato.

Foto sito Brindisi

I Video di Blogo