Cuba, addio alla doppia moneta: Raul Castro annuncia l’unificazione

Le autorità dell’Avana hanno annunciato l’imminente fine della doppia valuta, in vigore dal 1994. Le misure per l’unificazione monetaria e del tasso di cambio sono state avviate.

Cuba dice addio, dopo 19 anni, alla doppia valuta. La notizia non ci coglie affatto di sorpresa, visto che già nel luglio scorso il presidente cubano Raul Castro aveva accennato a un piano per riunificare le due monete in circolazione, ma oggi è arrivata la conferma:

Il Consiglio dei Ministri ha approvato la realizzazione del calendario di attuazione delle misure che porteranno all’unificazione monetaria.

A renderlo noto è stato un comunicato ufficiale pubblicato sul Granma, il quotidiano ufficiale del Comitato centrale del Partito comunista cubano, che non ha però fornito alcun dettaglio sulle tempistiche dell’operazione.

Appare comunque evidente che a breve i cittadini cubani dovranno dire addio alla doppia valuta, niente più pesos cubani (Cup) e pesos convertibili (Cuc), con questi ultimi che valgono 25 volte più degli altri e rivolti in modo particolare ai piccoli imprenditori e a chi lavora nel settore turistico, ma un’unica moneta che segnerà un nuovo passo in avanti nella risoluzione degli attuali problemi economici del Paese.

Anche se, come precisato nel comunicato ufficiale,

L’unificazione monetaria non basterà da sola a risolvere gli attuali problemi economici, ma la sua applicazione è cruciale per la rivalutazione del peso cubano.