Lazio, mare pulito ma solo 4 Bandiere Blu

Il mare di Roma fa schifo? Forse un tempo queste critiche erano fondate, ma pare che ora le cose stiano migliorando: su 105 spiagge controllate, sono 86 le acque risultate idonee alla balneazione. Un buon risultato, che però va accostato a quello di quei 50km di litorale non balneabili per via della vicinanza con porti,

di claudio

Il mare di Roma fa schifo? Forse un tempo queste critiche erano fondate, ma pare che ora le cose stiano migliorando: su 105 spiagge controllate, sono 86 le acque risultate idonee alla balneazione. Un buon risultato, che però va accostato a quello di quei 50km di litorale non balneabili per via della vicinanza con porti, zone militari e fiumi inquinati.

Di fiumi inquinati o malmessi ce ne sono tanti, assieme ai laghi. Di questi ultimi, nel Lazio, se ne salvano solo due: quello di Nemi e quello di Martignano. Non stanno bene invece il Lago di Bracciano e – incredibile, vero? – il Tevere, specie nel tratto dalla città fino al mare.

Siamo però lontanissimi dagli ottimi risultati portati avanti da regioni come la Toscana e la Liguria, che si aggiudicano – rispettivamente – ben 15 e 13 Bandiere Blu. Di queste – certificazione Arpa della qualità di acque, spiagge e infrastrutture balneari – il Lazio se ne aggiudica quattro: per Anzio, Sabaudia, Sperlonga e Gaeta.

E la nostra Ostia? Pare stia bene. “Abbiamo sollecitato l´Arpa ad avere tutte le informazioni sui controlli effettuati un mese fa – ha dichiarato il capogruppo dei Verdi alla Provincia – e il quadro che è emerso ci ha rassicurati”. Ma di problemi ne rimangono ancora, e infatti la località balneare romana non si è nemmeno avvicinata ad ottenere la Bandiera Blu. Ci riuscirà il prossimo anno?

L’estate arriva. E voi a che mare andate?

foto | Flickr

I Video di Blogo