Indymac Bank fallisce: la profezia che si autoadempie

Andrea mi segnala questa notizia: negli Stati Uniti la Indymac Bank sta fallendo. Come, direte voi? Le banche non falliscono mai. Errore. Falliscono anche loro, ma non è proprio uno di quei segnali positivi per l’economia, bensì qualcosa che dovrebbe farci paura. Tanto che è anche il classico esempio della profezia che si autoadempie, roba

Andrea mi segnala questa notizia: negli Stati Uniti la Indymac Bank sta fallendo. Come, direte voi? Le banche non falliscono mai. Errore. Falliscono anche loro, ma non è proprio uno di quei segnali positivi per l’economia, bensì qualcosa che dovrebbe farci paura. Tanto che è anche il classico esempio della profezia che si autoadempie, roba da primo esame di Sociologia.

Partiamo dalla storiellina sociologica: c’è una banca perfettamente sana. Tra i correntisti però si diffonde la voce che stia fallendo. Presi dal panico i risparmiatori si precipitano a chiudere i conti correnti. A quel punto la banca fallisce davvero. Non ha più clienti. Fine della storiellina.

Ora parliamo della Indymac Bank: a Pasadena, in California, le file di clienti davanti alla filiale iniziano alle 4 del mattino. Perchè la Indymac Bank ha fatto crack, e fallisce più in fretta ad ogni correntista che ritira i risparmi di una vita. Per ora circa un miliardo di dollari è stato prelevato dai lecitamente preoccupati clienti dell’istituto. Non male eh?

secondo il presidente della Fed Ben Bernanke, è il mercato immobiliare. Stando al numero uno della Fed Fannie Mae e Freddie Mac devono rimanere “attive” per sostenere i mercato dei mutui

Qui sopra un video che racconta le code e la psicosi che si è diffusa in California tra i risparmiatori.