Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013: le rivelazioni di Michelle Bonev su Berlusconi

Servizio Pubblico in diretta su PolisBlog

00.06 Finisce la puntata.
00.04 Balotelli e l’anticamorra.

00.04 I mancati tagli alla sanità.

00.02 Quindi Vauro.

23.58 Prima delle vignette ecco l’intervento di Dragoni, che spiega che potrebbe beneficiare dell’indulto gli ex dirigenti della Banca Monte dei Paschi. Ma anche i vari Ligresti, Tronchetti e Geronzi.

23.50 Travaglio attacca il Pd che ha fatto le larghe intese con Berlusconi pur sapendo la sua vicenda giudiziaria. Pubblicità, poi Vauro.
23.50 Bonev “Io non sono preoccupata per me, io sono già morta. Io sono preoccupata per Francesca, che ha 29 anni. Tutto passa da lei, ha il potere in mano. Quando arriva una lettera di Putin lei deve leggerla”.
23.48 Bonev: “Berlusconi si sente Dio, paga tutti. Lui non è in decadenza, è sempre ricco”.
23.45 Ora il racconto di Grazia Capone, che ha “avuto un contatto intimo con Berlusconi”, ma non un rapporto sessuale. Capone rinunciò ad una carriera politica e a diventare la fidanzata di Berlusconi.
23.42 Continua la ricostruzione di un interrogatorio di Lavitola. Poi ancora la testimonianza di Berlusconi sulle ragazze portate a casa sua da Tarantini.

23.39 Una redattrice nota che scrivendo ‘Francesca Pascale lesbian’ su Google i primi risultati che vengono fuori sono di giornali prestigiosi di tutto il mondo.
23.37 Belpietro definisce alcune carceri “inumane” e “inadatte” e lamenta il fatto che non se ne costruiscano di nuove.
23.34 L’attore spiega che per un detenuto comportarsi bene per 5 anni, come prevede l’indulto, non è facile se non ha più nulla da perdere.
23.30 Striano durissimo su Berlusconi che chiama “il nano”.
23.28 Striano: “Il carcere appartiene ai poveri, agli emarginati”.
23.26 Striano dice che Bonev merita rispetto per aver ammesso che non rifarebbe ciò che ha fatto per la carriera. L’attrice si commuove.

23.24 Striano:

Mi vergogno a dirlo, ma ho vissuto un carcere possibile. In 300 a Rebibbia avevamo lavoro, cultura, teatro, università.


23.18 Salvatore Striano è in studio. È l’attore che ha recitato in Cesare deve morire. A 14 anni è entrato per la prima volta in carcere.
23.17 Travaglio: “È impossibile sputtanare Berlusconi, più sputtanato di così si muore”.
23.14 Travaglio fa notare che Bonev avrebbe tratto maggiore profitto avvertendo qualcuno che sarebbe andata ospite da Santoro.
23.11 Secondo Belpietro Bonev vuole passare per Maria Goretti. Bonev:

Lei è mandato dal sistema.


23.09 Bonev definisce Belpietro “guardiano delle porte”. Belpietro:

Lei si dovrebbe vergognare, pentita delle mutande, si è fatta pagare con i soldi della Rai.

23.08 Belpietro:

Perché fino a due settimane mandava messaggini e supplicava di essere ricevuta da Berlusconi per essere riamessa nel cerchio magico?

Bonev:

Non ho mandato messaggini per lavorare.

23.07 Bonev spiega che ha deciso di parlare per uno scatto di dignità.
23.04 Bonev: “È difficile dire la verità, se nella menzogna vivi bene. Io non sto più bene, non posso più vivere nella menzogna”.

23.03 Santoro fa notare che Bonev con queste dichiarazioni sta rischiando la sua faccia e forse dovrà dire addio alla carriera di attrice.
23.00 Travaglio ribadisce il problema del sistema Berlusconi, poi nota che l’immagine di un Berlusconi guarito e di una ‘sacra famiglia ricostituita’ viene promossa dai giornali di centrodestra.
22.58 Belpietro rinfaccia a Cacciari che Berlusconi è ritenuto più credibile della sinistra dagli italiani. Il filosofo in realtà aveva appena finito di dirlo.
22.56 Belpietro cita la mamma di Bonev che in un’intervista disse che la figlia “dice molte bugie”.
22.54 Il filosofo osserva che il vero dramma è che la sinistra non è riuscita a battere politicamente Berlusconi nemmeno dopo gli scandali noti.
22.52 Cacciari esordisce dicendosi imbarazzato per quello che ha sentito. Poi ribadisce che Berlusconi sarebbe stato cacciato in qualsiasi altro Paese.
22.50 “Pascale è lesbica. Io sono stata con lei, avevamo un rapporto”.

22.50 Bonev continua raccontando che Berlusconi le chiese di portarla via da Arcore.
22.48 Secondo Bonev Berlusconi e Pascale vennero alle mani a luglio 2012. Il Cav. avrebbe aggredito la ragazza, procurandole lividi.
22.45 Bonev racconta di quando Berlusconi parlò di Pascale per la prima volta, conosciuta soltanto dopo. Il Cav. le svelò che Pascale ebbe una relazione con la sua professoressa:

Berlusconi ha cominciato: ‘Ti devo raccontare di questa ragazza, Francesca Pascale (…). Lei insomma è molto gelosa delle ragazze che sono intorno a me perché dice che sono tutte zoccole, mignotte, sono tutte poco di buono, e lei vorrebbe stare vicino a me per proteggermi da queste, però insomma vorremmo fare una cerchia di amiche più vicine che sono per bene, lei ha detto che voleva conoscerti. Siamo veramente diventate molto amiche, prima, come due sorelle. Io la invito in barca con me nel weekend, il maggiordomo da Arcore la chiama e le dice: ‘Guarda che stasera verranno 20…domani sera verranno 20 ragazze. Stasera ce ne sono 10. Quindi magari vieni perché qua si ricomincia tutto, io sai sono andato lì a fare testimonianze, ho paura, i miei figli, le mie cose, ti prego vieni, tu sei l’unica che facendo il casino magari riusciamo a mandare via la metà. (…) E lei allora mi dice: ‘Dobbiamo ripartire, dobbiamo ripartire, vado ad Arcore, faccio un blitz’. Quando siamo andati ad Arcore lui ci ha accolto, mi ha detto: ‘Michelle, io non la amo. Lei vuole restare qui, io non la amo.

22.44 Ora in onda la parte di intervista a Bonev nella quale svela che l’attuale fidanzata di Berlusconi “è lesbica”.

22.39 Pubblicità.
22.36 Vera nega di aver ricevuto centinaia di migliaia di euro da Berlusconi attraverso Lavitola e nega che il marito sia un “pappone”, ma solo un imprenditore “molto socievole”.
22.33 Nicla Vera, la moglie di Tarantini, intervistata.

22.30 Berlusconi racconta di aver versato 5000 euro a Tarantini e moglie per “aiutarli”.
22.28 In studio ascoltiamo la testimonianza di Berlusconi rilasciate per il processo in cui Tarantini è accusato di aver ricattato il Cav.

22.27 Travaglio nota che quello che accade nella camera da letto di Berlusconi si riverbera nella vita pubblica del Paese.
22.25 Santanchè furiosa.


22.23 Travaglio cita come scena simbolo la premiazione a Venezia di Bonev organizzata da Berlusconi e da Bondi.
22.22 Travaglio parla del sistema Berlusconi che “oggi è considerato normale e giusto”.

22.20 Santoro cita il caso Strauss-Kahn che, nonostante non avesse commesso alcun reato, si ritirò dalla corsa elettorale.
22.18 Belpietro è contrario all’indulto. La soluzione è ripristinare l’articolo 68 della Costituzione. Cioè l’immunità parlamentare.
22.17 Anche Gasparri contesta Santoro.


22.17 Brunetta.


22.16 Secondo Cacciari le dimissioni di Napolitano sarebbero una catastrofe economica.
22.13 Intanto Sallusti interviene su Twitter.


22.14 Il filosofo chiama l’assunzione di responsabilità da parte del Parlamento sul tema dell’amnistia.
22.10 Cacciari apprende solo ora che Monti si è dimesso da Scelta Civica.
22.08 Travaglio passa in rassegna i volti “nuovi” del centrodestra: da Giovanardi a Formigoni.
22.07 Travaglio inizia così:

Facciamo finta che è finito il ventennio di Berlusconi, chi rimarrebbe come protagonista del centrodestra?

22.04 Belpietro intanto telefona a qualcuno.

22.03 L’editoriale di Marco Travaglio.

21.59 Pubblicità.
21.58 Ora si parla di amnistia con Cacciari che sottolinea che è il momento che intervenga il Parlamento per affrontare un problema palese, come quello del sovraffollamento delle carceri.
21.56 Cacciari precisa che i guai giudiziari di Berlusconi non riguardano tanto “le signorine” ma il processo Mediaset e quello sulla corruzione.
21.56 Cacciari vuole parlare di chi non è riuscito a sconfiggere politicamente Berlusconi.
21.54 Santoro chiede al filosofo se un racconto come quello di Bonev merita di avere pubblica evidenza. Cacciari conferma, ma dice di non poterne più:

Voltiamo pagina.

21.53 Cacciari:

Non me ne frega nulla di tutto quello che ho sentito finora. Non ne posso più di sentire di parlare delle signorine di Berlusconi. È tutto chiaro, tutto palese. Basta, basta!

21.51 Ai quei tempi Saccà lamentava mancanza di riconoscenza da parte di Bonev, quando minacciò di sputtanarlo.
21.48 Belpietro ricorda di quando “Bonev fu scelta per condurre il Dopofestival” e veniva definita da L’Espresso “la raccomandata di Saccà”.
21.48 Belpietro trova Santoro poco sereno.
21.47 Il direttore di Libero ricorda che anche la testimonianza televisiva di Nadia Macrì da Santoro si è poi dimostrata inattendibile.
21.45 Belpietro ironizza:

Ruotolo è partito dai pentiti di mafia e oggi siamo arrivati ai pentiti di mutande.

21.43 Mughini sostiene che l’allora direttore di Panorama, Carlo Rossella, cambio la sua critica al libro di Bonev. La quale ora racconta di quando Berlusconi le assicurò il finanziamento da parte della Rai di un suo film: 1 milione di euro.
21.40 Bonev spiega che la sua famiglia era povera; poi ammette:

Ho accettato molti compromessi per arrivare. Sono la dimostrazione che non ne vale la piena perché si sta male.


21.38 L’attrice definisce Pascale una “ragazza ambiziosa, che vuole il potere. Fa di tutto, senza scrupoli. Questa ragazza non è mai stata con un uomo, non poteva innamorarsi di lui”.
21.36 Bonev racconta di quando conobbe Pascale, presentata a lei da Berlusconi. Il Cav. assicurò che era lesbica.

21.33 Bonev assicura che anche dopo gli scandali sessuali ad Arcore la situazione non è cambiata.

Le donne, le situazioni erano sempre le stesse. C’era una lunga fila di ragazze… una cosa impressionante. C’era la sala Letta, dei compleanni con un tavolo dove si possono sedere un’ottantina di persone.

21.31 A questo punto Bonev chiede a Berlusconi l’aiuto per produrre una fiction per Mediaset. Il Cavaliere la avrebbe accontentata ma solo dopo essere andato a letto con lei:

Se io non avessi… il contratto non arrivava. Ero consapevole di quello che facevo. Non ero la ragazza illusa, io sapevo quello che andavo a fare.

21.29 L’attrice racconta che quando si lamentà con Berlusconi per il fatto di essere appellata come escort, lui rispose, dopo aver visto la foto sul giornale

Questa sei tu? Che belle tette che hai!

21.27 Bonev spiega come andò dopo la sua richiesta di produrre un film:

Quando Berlusconi mi disse che la Rai sarebbe stata molto felice di acquistare i diritti del mio film per 1 milione di euro, rimasi molto colpita. ‘Sai’, mi disse lui, ‘è stato grazie al mio intervento, ho parlato con chi di dovere… ho chiamato Masi. Non ti piacerebbe poi andare a Venezia?’, proseguì lui. ‘Parlo col ministro Bondi e vediamo come arrivare ad avere un premio’. Il premio alla fine ci fu. Dopo, fu il massacro….


21.24 Ecco la prima parte dell’intervista a Bonev che parla di sistema corrotto, basato sui soldi. Poi racconta come funziona ad Arcore:

Lì funziona così: alla fine della festa ogni ragazza ha una richiesta da fare a lui, perché è arrivata per qualcosa, per un ruolo in un film, per una borsa di pitone, per una…per pagare l’affitto, la luce, il gas. Quindi lui rimaneva in sala, tutti uscivamo fuori, ci sedevamo sui divani e poi lui una per una, come il padrino, cominciava ad ascoltare le loro richieste.

21.21 La copertina parte dalla nuova sede di Forza Italia a Roma. Bertazzoni indaga sul finanziamento del partito, che pare in piedi solo grazie a Berlusconi. Nel bilancio ci sono 88 milioni di euro.
21.16 Santoro racconta di quando fu convocato dalla Commissione di Vigilanza Rai. Lì i parlamentari gli chiesero quanto guadagnava e lui chiese che quella stessa domanda fosse rivolta anche agli altri conduttori.

I compensi delle star e di quelli che fanno la televisione pubblica a Mediaset li sanno a memoria e subito. La Rai non li rende pubblici non per un fatto di concorrenza, ma perché non si devono sapere le cose che stasera la Bonev racconterà.

21.11 Santoro entra sulle note di Pazza idea di Patty Pravo.

21.10 Inizia la puntata. In studio ci sarà anche l’attrice e regista bulgara Michelle Bonev, che ha rilasciato un’intervista piccante sulla vita privata di Silvio Berlusconi.

Questa sera a Servizio Pubblico, il talk show condotto da Michele Santoro, si discuterà di amnistia e in particolare ci si domanderà se si tratta di un provvedimento necessario per ridare una condizione dignitosa ai carcerati a prescindere (o meno) dal fatto che coinvolga Silvio Berlusconi. E se invece l’amnistia servisse, paradossalmente, a mettersi alle spalle il ventennio berlusconiano e a voltare pagina?

In studio a parlarne ci saranno il filosofo Massimo Cacciari e il direttore di Libero Maurizio Belpietro. Inoltre, come di consueto interveranno Marco Travaglio, Giulia Innocenzi, Gianni Dragoni e Sandro Ruotolo. In chiusura le immancabili vignette satiriche di Vauro.

La puntata di questa sera – seguita in liveblogging da PolisBlog a partire dalle ore 21.10 – si intitola Perdono di Stato.


Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013

Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013
Servizio Pubblico, la puntata del 17 ottobre 2013

I Video di Blogo