Basket NBA: San Antonio – Minnesota rinviata per fumo a Città del Messico

San Antonio Spurs – Minnesota Timberwolves, match di NBA in programma a Città del Messico, è stata sospesa per un corto circuito che ha riempito di fumo l’arena messicana

L’immagine che vedete non si riferisce a un effetto scenografico in stile americano come quelli che, di solito, accompagnano l’ingresso in campo di atleti e squadre. Quello che vedete è fumo vero, intenso, acre. Il campo da basket avvolto dalla nuvola è l’Arena di Città del Messico dove avrebbe dovuto svolgersi il match tra i San Antonio Spurs di Duncan, Parker e Belinelli e i Minnesota Timberwolves della stella iberica Ricky Rubio.

La partita, attesissima nel paese centroamericano, è stata sospesa ancora prima di cominciare. Mentre le due squadre stavano svolgendo il consueto riscaldamento pre gara, gli atleti si sono ritrovati avvolti dal fumo sprigionatosi in seguito a un corto circuito, e al relativo incendio, avvenuto in un generatore elettrico, posto in una stanza antistante al parquet. Alla vista del fumo sono seguiti momenti di indecisione sul da farsi. Arrivano i vigili del fuoco che invitano i giocatori a recarsi negli spogliatoi. Gli organizzatori, nel frattempo, cercano di risolvere la situazione ma il guasto è serio. Inizialmente si decide di posticipare l’orario di inizio della partita poi, vista l’impossibilità di rimediare, si opta per la sospensione definitiva. Spurs e Wolves lasciano l’Arena ancora vestiti con le divise di allenamento. Proteste tra gli spettatori, che non avevano ancora preso posto sugli spalti. In molti avevano speso cifre piuttosto cospicue per assicurarsi i preziosi biglietti dell’evento.

La partita verrà recuperata a Minneapolis in data da destinarsi. Altra beffa per gli appassionati messicani. Insomma non è stata proprio una bella serata. Si vocifera che il commissioner NBA, David Stern, si sia piuttosto arrabbiato per la figuraccia. Come dargli torto…

Foto © Getty Images

I Video di Blogo