Forza Italia compera la Tv della Libertà di Michela Brambilla per 2 (due) euro

I progetti editoriali e televisivi di Michela Brambilla, neo sottosegretario al Turismo, non vanno a gonfie vele…Secondo quanto riportato dalla Stampa di oggi, il suo Giornale della libertà ha cessato le pubblicazioni da due mesi (in effetti nelle edicole mi era sembrato di vedere un certo vuoto..) e la sua Tv della libertà è stata


I progetti editoriali e televisivi di Michela Brambilla, neo sottosegretario al Turismo, non vanno a gonfie vele…

Secondo quanto riportato dalla Stampa di oggi, il suo Giornale della libertà ha cessato le pubblicazioni da due mesi (in effetti nelle edicole mi era sembrato di vedere un certo vuoto..) e la sua Tv della libertà è stata venduta a Forza Italia per la cifra simbolica di due euro (direi che si è trattato di un’offerta piuttosto generosa..).

E l’aria che tira non sembra delle migliori: è prevista per il 31 luglio la sospensione delle trasmissioni. Certo, anche l’anno scorso il mese di agosto le telecamere si sono spente per ferie: ma la quindicina di giornalisti che ci lavorava (oggi una decina) già sapeva di tornare a settembre. Quest’anno, «non so se ci fermiamo, stanno riflettendo, aspetto indicazioni», ammette il direttore Giorgio Medail. E la redazione, della cessione al partito l’ha saputo dai giornali.

Quello che secondo la rossa Brambilla doveva essere un canale televisivo a disposizione dei cittadini. Non dei politici. Non un’emittente per il Palazzo, ma per la gente avrebbe quindi i giorni contati: con la sua chiusura verrebbero a mancare quattro ore quotidiane di diretta sul canale 818 di Sky e su 40 tv regionali: accorate interviste al leader Silvio Berlusconi e commoventi servizi su canili e amici animali, inchieste sull’«Incubo Rutelli» in Campidoglio e il «Cavaliere gentiluomo» (sempre lui, Berlusconi), incontri con i responsabili di Circoli della Libertà da nord a sud d’Italia.

Riuscirete a sopravvivere senza la Tv della libertà?