Running – Correre sotto il sole… a mezzanotte

Prometto che almeno una volta nella vita cercherò di andare a Capo Nord per correre là dove, come dicono i libri di scuola, il sole non tramonta; se lo avessi scoperto in tempo, se mi fossi organizzato le ferie a giugno, un pensierino quest’anno l’avrei fatto, per visitare un luogo che, come promette il sito

Prometto che almeno una volta nella vita cercherò di andare a Capo Nord per correre là dove, come dicono i libri di scuola, il sole non tramonta; se lo avessi scoperto in tempo, se mi fossi organizzato le ferie a giugno, un pensierino quest’anno l’avrei fatto, per visitare un luogo che, come promette il sito di viaggi running-oriented di Terramia Club,

è quasi leggenda: Caponord, I fiordi, i ghiacciai, i grandi spazi silenziosi, il mare, le montagne…

Si è tenuta infatti solo da pochi giorni la maratona del sole di mezzanotte, a Tromso, capitale della Lapponia, circa 350 km a Nord del Circolo Polare Artico, ma con un clima tutto sommato mite dovuto alla corrente del golfo.

Il Circolo polare artico attraversa a metà la Norvegia e tutta la zona a nord è interessata da questo fenomeno del Sole di mezzanotte visibile nel periodo tra il 7 giugno e l’9 luglio.

Trovo molto dello spirito outdoor che caratterizza questo blog nell’aspirazione a raggiungere l’estremo lembo nord d’Europa, per indossare il k-way in piena estate e soffrire l’insonnia del neofita del sole notturno, per partecipare ad una delle varie gare (maratona, mezza maratona, 10km) che cominciano verso le 22.00 e prevedono tutte l’arrivo dopo la mezzanotte.

Chi di voi si sente abbastanza outdoor da promettere a se stesso un’esperienza simile?