Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013 (FOTO)

Amnistia, indulto e il caso Alitalia al centro della puntata.

00.20 Il programma finisce, con la lettura dei tweet..
00.18 Intervista (risalente ad aprile scorso) a Marine Le Pen su Beppe Grillo.
00.13 Lussana ricorda che la Lega lotta da 20 anni contro l’immigrazione. Pubblicità.
00.10 Hamadi attacca la Lega “razzisti”:

Siete imprenditori della paura.

00.08


00.06 Martinelli: “Se uno avesse a cuore il calcolo elettorale non direbbe la stessa cosa per 7 anni”.

00.03 Gualmini nota che Grillo dal 2005 ripete le stesse cose sugli immigrati, peraltro cogliendo gli umori del Paese. Secondo la politologa Grillo “fa un calcolo elettorale” pur mostrando coerenza.
00.00 Grillo in una telefonata fatta durante una manifestazione dei parlamentari a 5 stelle a Bassano del Grappa si lascia sfuggire “forse non ci sarà bisogno che io dica la mia”.
23.58 Un servizio indaga il dibattito interno al M5S, con Grillo e Casaleggio contrari all’abolizione del reato di clandestinità.
23.53 Martinelli assicura che a Grillo non è andata giù l’iniziativa dei parlamentari sull’emendamento anti Bossi-Fini senza confrontarsi con la rete. Pubblicità.
23.50 Gomez concorda con Gualmini notando che i flussi migratori, esclusi i profughi che vanno sempre accolti, sono in calo.
23.48 Gomez osserva che il reato di clandestinità non ha alcuna incidenza sulla realtà perché sancisce una pena amministrativa che gli immigrati non pagano praticamente mai.
23.47 Gomez nota che per la prima volta i parlamentari a 5 stelle non hanno piegato la testa davanti a Grillo e Casaleggio.
23.44 Friedman invita Martinelli e Lussana a vergognarsi perché difendono la legge che rinvia a giudizio chi soccorre i clandestini.
23.42 Friedman parla di “manifestazione razzista”. Poi insiste sulla Lega paragonandola ai movimenti “fascisti e razzisti” francesi.

23.40 Gualmini è “disgustata” dalle immagini viste a Lampedusa. La politologa spiega che i flussi migratori in Italia sono dimezzati negli ultimi anni.
23.38 Gualmini si dice sconcertata dalla Lega, “un partito populista in decadenza”.
23.36 Secondo Martinelli la Lega ha fatto profitto grazie agli immigrati. Lussana specifica che i nemici della Lega non sono gli immigrati.
23.32 Aurora Lussana dice che non bisogna illudere i profughi che in Italia ci sia posto per loro. E difende la manifestazione della Lega di sabato scorso.

23.31 La figlia di un operaio si appella, in lacrime, alla coscienza dei politici.

23.28 Valentina Petrini scopre poi le baracche dei rom nella periferia di Torino. Fumo, topi e sporcizia.

23.25 Maroni:

Io in Lombardia i clandestini non li faccio entrare.

23.22 Un servizio racconta la manifestazione della Lega a Torino in difesa della legge Bossi-Fini. Contemporaneamente si è tenuta una marcia antirazzismo. Borghezio:

Clandestini, fuori dai cogli0ni.

23.15 Pubblicità.
23.13 In studio una manifestante arrabbiata perché “in Italia non c’è nulla che vada nel verso giusto”.
23.11 I manifestanti molto critici verso Napolitano.
23.09 Un servizio racconta la manifestazione di sabato in difesa della Costituzione.

23.08 Fassina non è andato alla manifestazione in difesa della Costituzione (del Pd c’era solo Civati) perché per non tradirla servono modifiche come quelle relative al bicameralismo.
23.05 Pure per Gualmini l’indulto è una misura inefficace.
23.03 Anche per Friedman indulto e amnistia lasciano l’amaro in bocca. E suggerisce il braccialetto elettronico per alleggerire le carceri.
23.00 Gomez ricorda che Berlusconi già usufruisce dell’indulto: condannato a 4 anni, tre sono stati tagliati e per questo potrà andare ai servizi sociali. Il giornalista poi suggerisce di applicare la legge Bossi-Fini quando afferma che gli stranieri scontino la pena nel loro paese d’origine (serve accordarsi con questi governi).
22.58 Fassina ribadisce che il Pd non salverà Berlusconi.
22.56 Secondo Fassina Napolitano non si riferiva ai grillini. Formigli lo invita però a non nascondersi dietro le parole.
22.55 Per Martinelli Napolitano ha perso l’imparzialità. Fassina invece difende il Capo dello Stato che “non ha offeso nessuno”.
22.53 Daniele Martinelli, attivista 5 Stelle, è in studio. Intanto Formigli trasmette la dichiarazioni di Napolitano sulle critiche del M5S all’amnistia e all’indulto chiesti dallo stesso Capo di Stato.

22.52 Un servizio su Napolitano, criticato anche da Renzi su indulto e amnistia.
22.46 Pubblicità.
22.44 In studio apprendista un medico di base lamenta eccesso di burocrazia e stipendi molto bassi (per tre anni ha intascato una borsa di studio da 840 euro).
22.40 La spesa pubblica è diminuita, assicura Fassina, che ricorda che negli ultimi 3 anni son stati tagliati 300 mila dipendenti pubblici.
22.37 Petrosillo nota come la fiscalità generale penalizzi soprattutto i lavoratori dipendenti.
22.35 Fassina contesta i dati sulle spese della Casa Bianca. Poi fa notare che i tagli alla politica non incidono più di tanto sulle tasche degli italiani.
22.32 Quanto ci costano Camera e Senato (1,5 miliardi circa).


22.31 Il confronto dà un esito emblematico.

22.31 Quanto ci costa il Quirinale?

22.30 Fassina annuncia nella legge di stabilità l’allentamento del patto di stabilità interno nei vari Comuni per sbloccare cantieri e lavori pubblici.
22.26 Gomez suggerisce di usare i 5 miliardi che il governo vorrebbe usare per ridurre il cuneo fiscale (talmente pochi da risultare inutili) vengano utilizzati per investimenti sulla rete e sulla fibra ottica. Intanto Fassina non si sbilancia sull’appesantimento fiscale sulle rendite finanziarie.

22.25 Gualmini cita il taglio della spesa pubblica come possibile soluzione.
22.25 Intanto Fassina spiega che i 68 centesimi in più al giorno per i lavoratori sono troppo. Poi assicura di condividere la disperazione dei cittadini e chiede soluzioni, non solo critiche.
22.24 Arriva Gualmini, politologa.
22.18 Friedman parla di cuneo fiscale e critica la legge di stabilità (“200 euro all’anno non stimolando la domanda interna”). Fassina annuncia che ci sarà una “accelerazione dei pagamenti dei debiti della pubblica amministrazione verso le imprese”.
22.17 Fassina ammette che più di 250 euro annuali in aggiunta sulle buste paga dei lavoratori dipendenti non si può fare in questo momento:

Non sarà la finanziaria dei miracoli.

22.14 Ancora sulla legge di stabilità, Fassina parla di “interventi qualitativi come sul credito alle piccole imprese” e di riduzione del carico fiscale sulle imprese.

22.13 Fassina assicura che la legge di stabilità del governo Letta “dà risorse e non la sottrae”. Poi precisa che tutte le indiscrezioni circolate in queste ore sono inventate e che si farà di tutto per far sì che non ci siano tagli che riguardino la sanità.
22.11 Petrosillo dice che è inaccettabile che le banche aiutino l'”inutile” Alitalia e non il sistema delle imprese innovative.
22.07 In studio c’è un dipendente Alitalia in mobilità. Ognimese percepisce 1800 euro.

22.01 Pubblicità.
22.00 Formigli chiede a Fassina se il governo ha paura della rabbia dei cittadini che vedono nuovi aiuti delle banche per un’azienda decotta come Alitalia.
21.59 Ascoltiamo l’intervento di Renzi su Alitalia.

21.57 Gomez chiede a Fassina perché il governo non è intervenuto sul caso Telecom. Il viceministro precisa che “su Telecom c’è attenzione e si faranno gli interventi utili per il Paese”.
21.55 Fassina conferma che Ferrovie dello Stato era interessato ad Alitalia.
21.53 Gomez cita Colaninno (parlamentare Pd) e ricorda che l’ex ministro Passera è stato tra i promotori dell’operazione Alitalia ai tempi di Berlusconi.
21.50 Gomez sottolinea come il fallimento di Alitalia potrebbe provocare gravi danni al sistema bancario ed è per questo che il governo è preoccupato.
21.47 Petrosillo paragona i fatturati di Alitalia, “compagnia regionale”, con quelli delle compagnie che costruiscono il business sui lungo raggio, da Ryanair a Lufthansa.

21.45 Friedman:

Alla fine pernso che Alitalia sarà venduta interamente ad una società internazionale che vede in Roma un aeroporto che rappresenta una opportunità.

21.43 Friedman punzecchia subito Fassina che ribadisce che non è Poste a salvare Alitalia. Il giornalista:

È assurdo che Poste entri in Alitalia, non c’è sinergia.

21.41 Formigli presenta gli altri ospiti.
21.40 Fassina precisa che gli azionisti ricapitalizzeranno per 200 milioni di euro.
21.38 Fassina: “Non è Poste che salva Alitalia, ma contribuisce alla ricapitalizzazione. La soluzione di Poste non è definitiva, ma serve per costruire le condizioni per far sì che ci sia una soluzione definitiva”.
21.35 Molti lavoratori Alitalia temono che coinvolgere Poste Italiane servirà solo a prolungare l’agonia.
21.31 Gli imprenditori coinvolti in Cai sono tutti, o quasi, alle prese con problemi giudiziari.

21.28 Un servizio ricorda il salvataggio di Alitalia ai tempi del goveno Berlusconi con la nascita di Cai, società ‘pulita’ comprata da una cordata di imprenditori italiani per solo 1 miliardo di euro.
21.28 Formigli chiede se ci possiamo permettere oggi, in tempo di crisi economica, di salvare con soldi pubblici Alitalia.
21.25 Si parla ora del caso Alitalia, con Formigli che racconta chi sono gli imprenditori (da Ligresti a Provera) che hanno portato al fallimento la società italiana.

21.20 Fassina esclude che l’indulto possa riguardare anche Berlusconi: “Non riguarderà il reato di frode fiscale”.
21.19 Fassina in studio parla di amnistia e indulto spiegando di essere favorevole. Parla di legalità ma anche di dignità delle persone detenute e si definisce di sinistra.

21.15 Sortino raccoglie le opinioni dei sostenitori di Renzi, tra cui molti ex bersaniani ed alcuni ex berlusconiani.
21.12 Inizia la copertina, con Sortino che insegue Renzi in arrivo a Bari per un comizio.

Questa sera su La7 torna l’appuntamento con Piazzapulita, il talk show di La7 condotto da Corrado Formigli. Al centro della discussione ci sarà l’attualità politica e in particolare il dibattito su amnistia e indulto, acceso dal Presidente Napolitano e nelle ultime ore rinvigorito da Matteo Renzi, dopo la nette presa di posizione del Movimento 5 Stelle. Si discuterà anche del salvataggio di Alitalia. Ospiti della puntata – che PolisBlog seguirà in diretta a partire dalle ore 21.10 – saranno Stefano Fassina, vice ministro dell’Economia, Federico Rampini de La Repubblica, Peter Gomez, direttore del Ilfattoquotidiano.it, l’economista Alan Friedman, la politologa Elisabetta Gualmini, Gianluca Pini della Lega Nord e Angelo Petrosillo di Black Shape.


Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013

Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013
Piazzapulita, la puntata del 14 ottobre 2013

I Video di Blogo

Ultime notizie su Piazzapulita

Tutto su Piazzapulita →