Napolitano sulla Costituzione: “Rinnovamento necessario”

Messaggio del Capo dello Stato al Forum italo-francese: “Necessario un rinnovamento della Carta”

In occasione del Forum italo-francese, che si tiene a Cogne alla presenza di esponenti di governo, autorità locali e studiosi dei due paesi, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha inviato un messaggio ai partecipanti al forum “Dalle riforme, la rinascita”, ricordando il 70° anniversario della Carta di Chivasso sull’autonomia dei popoli alpini, sottoscritto da intellettuali e politici dalla visione autonomista ma non separatista.

“E’ importante ricordare il valore ancora attuale della carta come strumento di indirizzo e stimolo in direzione di una europa di pace e di progresso. Alla luce della scelta europea, sviluppatasi nei decenni successivi, è ora possibile e necessario affrontare il compito di un sapiente rinnovamento del nostro ordinamento costituzionale, coerente con i suoi valori fondanti.”

Si fa un gran parlare di riforme e di Costituzione e, per aggiungere carne al fuoco, di riforme costituzionali: tornando sul tema Napolitano ha aperto ad una revisione del dettato costituzionale, in ottica nazionale e transnazionale, pronta a rilanciare l’Italia verso l’Europa, avvicinandone ulteriormente i confini:

“Auspico pertanto che dal confronto con i nostri amici e vicini francesi possa scaturire un utile arricchimento della riflessione in corso nel nostro paese e delle proposte che sono sul tappeto. In questo spirito invio a tutti i relatori e ai partecipanti all’iniziativa i più cordiali saluti e auguri di buon lavoro.”

Sulla stessa linea anche il primo ministro Enrico Letta, anche lui autore di un messaggio epistolare ai partecipanti al forum, che auspica un’ammodernamento, una revisione, del dettato costituzionale entro 18 mesi: miglioramento delle performance istituzionali e riduzione del numero di parlamentari sono i due punti focali sui quali governo e Parlamento starebbero lavorando.

Nella giornata di domani invece si terrà una manifestazione, a Roma, in difesa della Costituzione: promossa da personalità come Gustavo Zagrebelsky, Stefano Rodotà, don Luigi Ciotti, Maurizio Landini e Lorenza Carlassare, spinta dalla forza editoriale del Gruppo Espresso ed incanalata nelle recondite paure del ventre del paese, l’iniziativa di domani vedrà oltre 250 pullman in arrivo nella Capitale.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →