Roma, ‘Ndrangheta: arrestati esponenti della cosca Crea

Roma: arrestati esponenti del clan Crea. attivi nel quartiere di Primavalle. Le accuse nei loro confronti sono quelle di concorso esterno in associazione mafiosa, di spaccio di droga e di detenzione abusiva di armi

All’alba è scattata l’operazione della Polizia di Stato. Attualmente sono in corso arresti nei confronti di diversi affiliati alla criminalità calabrese, soprattutto membri del clan Crea, originari dell’alto ionio reggino. I fermati sono ritenuti responsabili di reati di vario genere: detenzione abusiva di armi, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, accessi abusivi a sistemi informatici e telematici.

Tutti questi reati sono aggravati dal concorso esterno in associazione mafiosa, finalizzata ad agevolare i traffici della ‘ndrangheta. L’obiettivo era quello di diventare egemoni nelle attività illecite sul territorio calabrese e della provincia romana.

L’intervento della Polizia, coordinato dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, ha registrato la presenza di numerosi agenti. La cellula criminale scoperta, gestiva diverse attività commerciali nella zona del quartiere romano di Primavalle. Ivi si era perfettamente inserito nel tessuto economico, commerciale e sociale.

La ‘ndrina dei Crea è originaria di Rizziconi. I loro affiliati, oltreché in Calabria, erano già noti a Torino e provincia, dove erano giunti nel 2001 per sfuggire a una faida locale. Nel giugno del 2014, proprio a Rizziconi, il clan aveva ricevuto un pesante colpo. Su denuncia del sindaco, alcuni dei suoi esponenti sono finiti in manette (tra gli arrestati anche ex assessore e due ex consiglieri comunali).

Il capo storico del clan, Teodoro Crea, è attualmente in carcere. E’ stato arrestato nel 2006 ad Oppido Mamertina, durante una riunione della ‘Ndrangheta.

Nel corso della giornata, la Polizia della Capitale farà il punto della situazione sulla portata dell’operazione antimafia scattata oggi.

Ultime notizie su Mafia

Tutto su Mafia →