Roma, 22enne romena sequestrata e picchiata dall’ex fidanzato: salva grazie all’intervento di un’amica

E’ durato due settimane l’incubo di una ragazza romena di 22 anni, tenuta segregata in un appartamento della Capitale, nel quartiere Tor Sapienza, dall’ex fidanzato, suo connazionale.A dare l’allarme è stata un’amica e connazionale della vittima, in vacanza nel nostro Paese insieme al marito, cittadino italiano. La giovane si trovava a Corvara in Badia, in

E’ durato due settimane l’incubo di una ragazza romena di 22 anni, tenuta segregata in un appartamento della Capitale, nel quartiere Tor Sapienza, dall’ex fidanzato, suo connazionale.

A dare l’allarme è stata un’amica e connazionale della vittima, in vacanza nel nostro Paese insieme al marito, cittadino italiano. La giovane si trovava a Corvara in Badia, in provincia di Bolzano, quando una telefonata l’ha avvertita di quanto stava accadendo a Roma.

La coppia ha denunciato tutto ai carabinieri del paese che hanno subito allertato le autorità della Capitale e fatto partire le ricerche. Sono bastate poche ore per localizzare l’appartamento e trarre in arresto l’aguzzino, un 31enne pregiudicato, già finito in carcere con l’accusa di sequestro di persona e maltrattamenti.

La giovane era rinchiusa nella sua abitazione da circa due settimane, sorvegliata giorno e notte dall’uomo. Le erano stati sequestrati i documenti e il telefono cellulare per impedire che potesse fuggire e ogni segno di ribellione era punito con violenze fisiche.

Lui è finito dietro le sbarre, mentre lei è stata trasportata all’ospedale Pertini di Roma e dimessa con 7 giorni di prognosi. E’ stata già interrogata dalle autorità ed ha ricostruito tutti i momenti salienti del proprio incubo, contribuendo così alla formulazione delle accuse nei confronti dell’ex fidanzato, ora rinchiuso nel carcere di Regina Coeli.

Via | RomaToday
Foto | ©TMNews

I Video di Blogo