Beach volley, Cicolari-Fipav: è scontro totale. Diffuso l’audio della lite

Il fratello della beacher ha pubblicato su YouTube e diffuso via Facebook l’audio di una lite tra Greta e un alto dirigente della Federazione.

Tra Greta Cicolari e la Federazione italiana di pallavolo la rottura si fa sempre più profonda. Dopo la sospensione per sei mesi comminata all’atleta dalla Commissione Giudicante della Fipav e l’annuncio da parte della beacher di un imminente ricorso alla Corte di Appello Federale, oggi è stato diffuso l’audio di una accesa lite tra un alto dirigente della Federvolley e la giocatrice.

Il video, che riporta 30 secondi della litigata tra Cicolari e il dirigente, è accompagnato dalla trascrizione di quanto detto dal rappresentante della Fipav. È stato pubblicato su YouTube dal fratello dell’atleta, Alessio Cicolari e diffuso attraverso i social network dalla stessa Cicolari e dal suo compagno, il cestista Doum Lauwers, che è stato coinvolto in questa storia per dei tweet che i due si sono scambiati e in cui, secondo la Federazione, veniva preso in giro il ct della nazionale femminile di beach volley Lissandro.

Durante la lite il dirigente Fipav si rivolge, urlando, a Greta Cicolari dicendole:

“Ma che pensi di far chiudere la Federazione? O pensi di non giocare più a beach volley? Te lo dico io: tu non giochi più a beach volley. Fai causa e ci divertiamo”

Il dirigente minaccia Greta di farle perdere la casa, tirando in ballo anche il fratello e il padre, definito “quel ciccione di tuo padre”, un insulto che giustamente non va giù all’atleta, soprattutto perché negli ultimi mesi ha avuto gravi problemi di salute e la beacher ha rinunciato a partecipare ad alcuni tornei proprio per stargli vicina e di questa situazione ha anche parlato con i suoi fan su Facebook durante l’estate.

Dopo la pubblicazione del provvedimento della Fipav contro di lei, Greta Cicolari ha diffuso un comunicato in cui ha annunciato l’intenzione di ricorrere alla CAF, poi sulla sua pagina fan sul più famoso dei social network ha scritto:

“Mi ero ripromessa di non scrivere in questi giorni, ma mi sento in dovere di ringraziare tutti voi che mi avete scritto sia tramite Facebook che via telefono e che mi avete dimostrato tutto il vostro affetto e sostegno.
Voglio rassicurarvi, io non mollo mai, né dentro né fuori dal campo! Un abbraccio a tutti voi, a presto!”

Da quando Greta Cicolari si è professionalmente separata da Marta Menegatti, con la quale ha costituito per anni la coppia di beach volley italiana più vincente di sempre, ha incontrato numerose difficoltà a disputare i tornei che ha giocato con una nuova collega, Silvia Costantini, che poi, alla vigilia della fase finale per lo scudetto, ha preferito tornare con la sua compagna storica Eleonora Gili. Nell’entourage di Greta Cicolari si parla di mobbing, non è dunque escluso che l’atleta intenti una causa contro la Federazione, visto che ormai la situazione sta precipitando.

Chiunque degli interessati volesse intervenire per chiarire quanto sta accadendo può scrivere a luciaresta[at]blogosfere.it.