Cossiga incita i militari: “Scioperate contro Brunetta”

Nuova perla del picconatore Francesco Cossiga. “Militari, Agenti della Polizia di Stato, Carabinieri, Guardie di Finanza, Guardie Penitenziarie, Agenti del Corpo Forestale dello Stato, io vi dico: contro il libidinoso nanetto (il ministro per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta, ndr) ministro di un Governo di piccoli mercanti e cattivi contabili che si dimostra

Nuova perla del picconatore Francesco Cossiga. “Militari, Agenti della Polizia di Stato, Carabinieri, Guardie di Finanza, Guardie Penitenziarie, Agenti del Corpo Forestale dello Stato, io vi dico: contro il libidinoso nanetto (il ministro per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta, ndr) ministro di un Governo di piccoli mercanti e cattivi contabili che si dimostra privo del senso delle istituzioni e che vuole affamarvi e disarmarvi, scioperate!”.

Il presidente emerito della repubblica incita così i militari a scioperare contro l’esecutivo per i numerosi tagli economici programmati dal Governo: “Fermate i servizi di scorta, non pattugliate più le nostre terre, i nostri cieli e i nostri mari aprite le porte delle carceri, rientrate nelle vostre caserme in Kosovo, in Afghanistan, in Bosnia, fino a quando il nanetto libidinoso non sarà cacciato e il Governo non riacquisterà un minimo di responsabilità”.

Quindi, la conclusione-shock: “Tenete pronte e ben oliate le vostre armi! Può venire il momento nel quale insorgere e ribellarsi potrà essere non un diritto ma un dovere: per la salvezza del Popolo, della Nazione e dello Stato democratico”. Sogno golpista?