Esibizione di Tiger Woods sul ponte del Bosforo, polemiche a Istanbul | Video e Foto

Traffico in tilt, l’esibizione fa infuriare i cittadini turchi

di antonio

Un’esibizione mal digerita dai cittadini di Istanbul, capitale popolata da circa 17 milioni di abitanti e flagellata dal traffico ad ogni ora del giorno. Le autorità turche hanno, infatti, deciso di chiudere per un’ora il Ponte sul Bosforo a Istanbul per consentire la girata di un video in cui compare il campione di golf Usa Tiger Woods, innescando forti polemiche. La chiusura del Ponte che collega la sponda europea e quella asiatica della megalopoli turca è stata decisa per lanciare la campagna del Turkish Airlines Open di Antalya.

In un primo tempo la chiusura avrebbe dovuto durare cinque ore, ma le reazioni infuriate degli abitanti della città, riferisce Hurriyet online, hanno indotto il governatore Huseyin Avni Mutlu a ridurre a un”ora lo stop al traffico sul pezzo di strada che unisce i due continenti. Sui siti dei quotidiani è montata la protesta: «Chiudere il ponte per lanciare qualche pallina nel Bosforo? È uno scherzo?», scrive Hurriyet Cilgin Kanaya. Secondo un altro lettore lo stop al traffico sul Bosforo servirà ai dirigenti del partito islamico Akp del premier Recep Tayyip Erdogan per «farsi fare la foto» accanto a Woods.

Il golfista statunitense fa sempre gola ai maggiori sponsor mondiali. La EA Sports, la casa produttrice più importante di videogiochi di golf del pianeta, e il numero 1 del mondo, qualche giorno fa hanno deciso di rescindere il contratto che li legava ormai da 15 anni. La serie dedicata al golf è stata lanciata nel 1990, e l’influente personaggio dello sport ne è diventato l’attrazione principale a partire dal 1999: Woods ha guadagnato in tutto più di 10 milioni di dollari dalla cessione dei diritti di immagine alla EA Sports.

Foto | Esibizione di Tiger Woods sul ponte del Bosforo, polemiche a Istanbul