Marine Le Pen: il Front National non è un partito di estrema destra

La combattiva Marine promette di trascinare in tribunale chiunque utilizzi la definizione di estrema destra per riferirsi al partito che rappresenta.

di sara

La figlia di Jean-Marie Le Pen si iscrive ancora una volta nella linea del padre, che aveva già vinto negli anni ’90 alcuni processi 1990 costruiti sulla medesima questione, sostenendo la tesi secondo la quale il Front National non appartiene alla destra, e ancor meno alle sue derivazioni più estreme. Una precisazione che ritorna puntualmente in momenti di particolare concentrazione dei discorsi mediatici estremisti, e che cade a pennello avendo indubbiamente lo scopo di voler scongiurare l’amalgama con personaggi come il terrorista norvegese Anders Behring Breivik, o compagini come la greca Alba Dorata, recentemente sanzionata in patria e costantemente “agli onori della cronaca” per fatti poco edificanti negli ultimi tempi, così come alcuni gruppi francesi collocati sulla medesima linea politica.
Ma Marine Le Pen non si limita alla distinzione dialettica, annunciando che non esisterà a ricorrere sempre più di frequente ai tribunali, come già accaduto in passato, contro tutti coloro che utilizzeranno la qualifica condannata. La minaccia d’intraprendere azioni in giustizia proviene da una demarcazione sbandierata a chiare lettere dinanzi ad un gruppo di giornalisti riuniti mercoledì presso la sede del quotidiano L’Express:

Non siamo assolutamente un partito di destra, coloro che lo pensano commettono un totale errore d’analisi.

L’attualità delle parole solleva una questione precedente, quella del posizionamento del partito guidato dalla “dinastia Le Pen” (prolungata dal viso pulito della nipotina, Marion Maréchal-Le Pen, classe 1989, entrata al parlamento francese il 17 giugno 2012, più giovane deputata della storia della République) sullo scacchiere politico nazionale ed europeo, argomento caldo che ritorna ad ondate e sul quale si sono espressi molteplici teorici come lo storico Nicolas Lebourg, autore della “Histoire des numéros 2 du FN”, il quale per evitare una caratterizzazione troppo vaga colloca l’FN tra i partiti nazional-populisti.

Foto by MARTIN BUREAU/AFP/GettyImages. Tutti i diritti riservati.

Via | lefigaro.fr/politique

I Video di Blogo