Morto Pasquale Barra, l’ex boss luogotenente di Cutolo che accusò Tortora

Barra, già fedelissimo di Cutolo, accusò ingiustamente Enzo Tortora. Il 72enne è deceduto ieri sera nel carcere di Ferrara dove stava scontando l’ergastolo.

È morto Pasquale Barra, 72 anni, ex braccio destro del boss e fondatore della Nuova camorra organizzata Raffaele Cutolo.

Barra, alias ‘o animale, è deceduto ieri sera intorno alle 20 nel carcere di Ferrara dove stava scontando l’ergastolo. L’uomo aveva problemi cardiaci e da qualche settimana erano state necessarie cure mediche.

L’intervento degli agenti della polizia penitenziaria è stato immediato ed è stato subito chiamato il medico del carcere e attivato il 118, ma i soccorsi sono stati inutili

ha riferito all’agenzia Ansa il segretario generale aggiunto del sindacato di polizia penitenziaria Sappe Giovanni Battista Durante.

Chi era Pasquale Barra: già “cutoliano” di primo livello, il luogotenente di ‘o professore era nato nel suo stesso paese, a Ottaviano (NA), e aveva un curriculum criminale molto lungo. Le cronache ricordano in particolare di quando uccise con 40 coltellate Francis Turatello, noto esponente della malavita meneghina degli anni Settanta, per poi profanarne il cadavere, nel carcere nuorese di Badu ‘e Carros, nel 1981. O di quando accusò ingiustamente Enzo Tortora.

Dopo diversi altri delitti, l’uomo è stato ritenuto responsabile di 67 omicidi, Barra – altrimenti detto il boia delle carceri per la capacità di uccidere nei penitenziari – nel 1983 salta il fosso decidendo di collaborare con la giustizia. A giugno dopo le sue prime “cantate” venne messo a segno il maxi blitz che minò le basi della Nuova Camorra Organizzata che portò all’arresto di qualcosa come 850 presunti affiliati.

Barra aveva raccontato i dettagli della guerra di camorra che negli anni precedenti aveva visto su fronti opposti la Nco di Cutolo e il clan noto come la Nuova Famiglia per il controllo delle attività criminali nella provincia di Napoli ma nel 18esimo interrogatorio ‘o animale uscì fuori il nome del noto giornalista e conduttore televisivo Enzo Tortora accusandolo di essere un affiliato alla Nuova camorra organizzata impegnato nel traffico di stupefacenti.

Accuse del tutto infondate che infatti Barra non poté sostenere durante il dibattimento sia di primo che di secondo grado.

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →