Droga e auto di lusso: 18 arresti sull’asse Roma-Olanda, coinvolto ex calciatore

Sgominata banda attiva da Villa Gordiani a Castel Madama nello spaccio di droga. Sequestrati 7 chili di droga, sei pistole, un fucile e materiale esplosivo. In manette ex giocatore capitolino.

Aggiornamento 14:30. L’ex calciatore della Roma tra i 18 arrestati nella maxi operazione Orange Horse della polizia è Gianluca Cherubini, costretto a lasciare il calcio professionistico nel 2006 dopo un aneurisma cerebrale. Nel 2010 l’ex giallorosso venne denunciato per aver preso a morsi l’orecchio del suo rivale in amore. A giugno 2014 invece fu beccato alla periferia est della capitale con addosso una pistola con matricola abrasa. Oggi il nuovo arresto per ipotesi di reato più gravi.

Sono 18 gli arresti eseguiti oggi dalla polizia di Roma che ha eseguito altrettante ordinanze di custodia cautelare in carcere tra Italia e Olanda oltre a 36 perquisizioni domiciliari.

Nel mirino degli investigatori soggetti ritenuti parte di una organizzazione criminale accusata di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio internazionale di droga, detenzione di armi e materie esplodenti, lesioni personali, estorsione, ricettazione, riciclaggio e reati finanziari.

Tra gli arrestati, ci sarebbe anche un ex calciatore della Roma. Il gruppo criminale secondo le indagini era attivo sul territorio capitolino, da Villa Gordiani fino a Castel Madama, con l’attività di spaccio di droga che interessava anche alcuni quartieri del litorale romano e passando i confini regionali arrivava fino in Abruzzo.

L’organizzazione sgominata con gli arresti di stamattina si serviva di auto di lusso per dimostrare il proprio status, quindi per reclutare nuovi complici, e per “pagare” la stessa droga. Le automobili in seguito venivano recuperate con pestaggi e minacce a mano armata nell’ambito di un recupero crediti nie confronti dei clienti insolventi.

Il canale di approvvigionamento degli stupefacenti era assicurato alla banda da narcotrafficanti olandesi, soggetti noti dalle polizie dei paesi del Nord Europa in ambito internazionale per lo spaccio di stupefacenti e per i loro maneggi con le automobili di lusso.

Durante l’operazione gli agenti hanno sequestrato oltre 7 chili di droga, sei pistole, un fucile e materiale esplosivo.