Carlo Cottarelli, commissario alla spending review: chi è?

Dal 1988 lavora al Fondo Monetario Internazione. Specializzato in paesi a basso reddito e economie emergenti.

Se Letta incasserà la fiducia, Carlo Cottarelli sarà il nuovo commissario alla spending review. Non un nome noto in Italia, anche è stato ospite a qualche puntata di Ballarò, ma di sicuro un nome di peso, visto che si tratta del direttore del dipartimento degli Affari Fiscali del Fondo Monetario Internazionale, dipartimento di cui è alla guida dal novembre 2008.

59 anni, laureato all’università di Siena, Cottarelli si è poi trasferito a Londra per proseguire gli studi alla London School of Economics ed entrare, giovanissimo, in Bankitalia, dove ha lavorato dal 1981 al 1987 nel settore finanziario e monetario. Un solo anno di passaggio all’Eni, poi l’approdo nel 1988 al Fmi, settore europeo, da dove quindi lavora in pianta stabile da 25 anni nel campo fiscale, monetario e policy development.

Specializzato in mercati emergenti e paesi a basso reddito, nel contesto dei programmi di aiuto e sorveglianza del Fmi (che lo abbiano spedito loro in Italia?), si è occupati di Albania, Croazia, Libano, Russia, Serbia, Turchia e moti altri. Al momento il suo compito, come direttore del dipartimento degli affari fiscali, è quello di fornire consigli ogni anno a più di cento paesi in difficoltà o emergenti.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →